Fin dalla fine del 1700 a Porto Santo Stefano una modesta quantità di cordame destinato alle imbarcazioni da pesca veniva prodotto intrecciando le foglie del sarracchio, nome locale per indicare l’Ampelodesmos mauritanicus, pianta della famiglia delle graminacee, molto diffusa sul promontorio, utilizzata dai contadini per legare le viti o i mazzi di verdure raccolte. Nel 1842 il granduca Leopoldo II di Lorena istituì la comunità di Monte Argentario, dove Porto Santo Stefano rappresentava il capoluogo e Porto Ercole la frazione. Proseguendo lungo quella direzione si incontra prima il porto vecchio, ormeggio di tipo turistico, e dopo un altro tratto di passeggiata lungomare il Porto del Valle, punto di partenza dei traghetti per l'Isola del Giglio e per Giannutri, a cui sono annessi l'area riservata ai pescherecci e i cantieri navali. [17], Situata in località Pozzarello, si tratta di un moderno edificio parrocchiale realizzato tra il 1999 e il 2002 su progetto di Carlo Boccianti. Per la sua posizione geografica favorevole fu frequentato dagli antichi popoli che navigavano nel Mediterraneo. Nel cuore della Food Valley, in una corte medievale immersa nel verde, il Golf Club Santo Stefano ti aspetta per vivere una vera esperienza di relax e divertimento, tra sport e … Tra i film più rilevanti, si ricordano: Ora X pattuglia suicida del 1969 diretto da Gaetano Quartararo, girato interamente all’Argentario; I raggi mortali del dottor Mabuse film del 1964 di produzione italo-tedesca diretto da Hugo Fregonese;[52][53][54][55][56] L'estate del mio primo bacio del 2006 di Carlo Virzì, ambientato e girato totalmente sul promontorio; Giochi d'estate del 2011, di Rolando Colla. Cerca le piste da sci e snowboard sulla Santo Stefano Di Cadore mappa delle piste qui sotto. Nacque così il soprannome nasi pelosi.[32]. [6][7] Con Porto Ercole costituisce uno dei due abitati maggiori che formano il comune. 2) Suddivisione storica del paese in rioni e loro denominazione, Vela: la storia dello yachting all'Argentario Sailing Week/ANSA, Articolo Il Tirreno: Cosmo e Massimo, il nuoto è affare di famiglia, L'Argentario abbraccia le campionesse del mondo, Panerai Classic Yachts Challenge/Sito ufficiale, Lista parziale Diving Center Monte Argentario, Comune di Monte Argentario: Regolamento per la concessione in uso e la gestione degli impianti sportivi comunali, Palazzetto dello Sport di Porto Santo Stefano, Porto Santo Stefano, dal settecento all'unità d'Italia, Vocabolario di Monte Argentario e Isola del Giglio, Pro Loco Monte Argentario di Porto S.Stefano, Documento storico Porto S.Stefano anni 50, Stazione meteorologica di Monte Argentario, Servizio Meteorologico dell'Aeronautica Militare, vicario generale per la Città del Vaticano, vicario generale di Sua Santità per la Città del Vaticano, acquario mediterraneo della Costa d'Argento, mostre permanenti maestri d'ascia e memorie sommerse, strada statale 440 di Porto Santo Stefano, http://clima.meteoam.it/AtlanteClimatico/pdf/(168)Monte%20Argentario.pdf, Carlo Chevallard - Diario 1942-1945. Il dialetto parlato a Porto Santo Stefano appartiene al sottogruppo occidentale dei dialetti della Tuscia, facenti parte del gruppo dei dialetti italiani mediani. Trasformato in deposito di armi e munizioni nel secondo dopoguerra, fu dismesso nel 1975, andando successivamente incontro ad un inesorabile degrado. A Santo Stefano d’Aveto una località cambia nome. Nei primi anni ’90, dopo un soggiorno presso il Golf Club Casa De Campo Resort and Villas, nella Repubblica Dominicana, Anselmo Asioli decide di trasformare il vigneto della corte in un campo da golf. Il tratto costiero su cui si affaccia la cittadina, presenta una passeggiata lungomare che si affianca alla strada urbana. La vera espansione urbanistica iniziò però intorno al 1800 con la costruzione delle prime strutture portuali pubbliche[82]. Dopo cinque anni di interruzione, dal 2014 si è tenuta per due anni nel comune di Orbetello[77]. La pesca era un tempo l'attività principale e notevole fonte di sostentamento della popolazione del luogo. È inoltre è sviluppata un'intensa attività di pesca sportiva con canna da riva e da imbarcazione, rivolta prevalentemente alle specie di passaggio in particolari periodi dell'anno. Santo Stefano - Bonaldo fa parte del comune di Zimella, in provincia di Verona, nella regione Veneto. Tendenza meteo vacanze di Natale 2020 Dopo un Natale e Santo Stefano di altri tempi con nevicate fino a quote basse, le vacanze natalizie procedono all'insegna del freddo e della Nel 1470 la struttura viene trasformata in convento e dal 1800 diventa una corte di campagna emiliana. Situato all’interno del Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, di cui caratterizza l’entrata a Sud, Santo Stefano di Sessanio è circondato da un panorama che si lascia ammirare in ogni stagione con i bellissimi colori del disegno della natura. [38] Camuffamenti strani e antichi ai quali partecipava tutta la popolazione, fatti di vesti stracciate e ricucite, sacchetti e calzamaglie nelle combinazioni più improbabili. Costruita a Porto Santo Stefano negli anni 1920 dall'architetto Giovanni Maria Viti[19], una tra le poche residenze d'epoca rimaste indenni ai bombardamenti del 1944. Con lo scioglimento di questa, nel 1993 fu costituita la filarmonica Comunale Giuseppe Ivo Baffigi che continua l'attività musicale, mantenendo la tradizione che dura da oltre un secolo e mezzo. Porto Santo Stefano, situato nella parte settentrionale del Monte Argentario, è il maggior centro di questo promontorio. Dal 2016 la località è porto di scalo ufficiale della compagnia di navigazione statunitense Oceania Cruises[91], che si occupa di crociere di lusso[92]. . Attivo fin dalla prima metà degli anni 1930, ha avuto il compito della gestione dei carburanti avio, con lo scopo di fornire il supporto logistico/operativo ai Reparti di Volo delle Forze Armate. Durante la seconda guerra mondiale il paese fu distrutto al 90% dai bombardamenti alleati, facendone una delle località più danneggiate d'Italia[83]. Un palmares importante è invece quello dell’Argentario master femminile: due scudetti, due titoli Europei, quattro Mondiali[104][105]. [29], Riguardo al dialetto santostefanese, vanno evidenziati gli studi e le ricerche di lessicografia e dialettologia italiana di Pietro Fanciulli che, in collaborazione con Tristano Bolelli, ha fatto parte di un gruppo specializzato per lo studio dei dialetti toscani. Sono due le infrastrutture portuali presenti a Porto Santo Stefano. Uno spettacolo unico e imperdibile. Nel 1980 hanno avuto luogo le riprese del film Mi faccio la barca, classica commedia all'italiana diretta da Sergio Corbucci. «Bello, clima mite, aria balsamica, pace, tranquillità, riposo assoluto fanno dell'Argentario il più ricercato luogo di soggiorno e di villeggiatura per un turismo di classe». Il suo attuale aspetto è dovuto ad una ristrutturazione avvenuta nel 1926. Porto Santo Stefano è interessata dalla strada provinciale 161 (ex strada statale 440 di Porto Santo Stefano) e dalla strada provinciale panoramica 65 di Porto Santo Stefano. [28] Tra i termini ancora usati nel vernacolo santostefanese possiamo citare alcuni esempi: zaccandrella (allegra merenda); spronchise (cappotto buono); sanguzzata (tuffo in mare). Moderna chiesa parrocchiale, ricostruita nel secondo dopoguerra dopo che l'antica chiesa settecentesca venne distrutta dalle truppe tedesche il 7 giugno 1944. Dedicato alla vita della religiosa Caterina Sordini è il film Il cantico di Maddalena del 2011, diretto da Mauro Campiotti, che ripercorre la vita della beata, nata a Porto Santo Stefano nel 1770. Anche il modo di parlare della popolazione giovanile è stato analizzato ed inserito in un progetto di ricerca sul linguaggio e la cultura dei giovani, intrapreso dal Dipartimento di Studi italianistici dell'Università di Pisa, nell'ambito del corso di Storia e Didattica della lingua italiana. Dal 1814, fino alla seconda metà dell’ottocento, la produzione manifatturiera di cime in sarracchio che dava lavoro a più di 150 famiglie, si intensificò e rese indipendente il paese dal Regno di Napoli per l’importazione di cordami. Da questa intuizione, nel 1996 nasce il Golf Club Santo Stefano, con annessa Club House. La cittadina si suddivide in quattro rioni storici,[86] tutti con un gonfalone proprio. Situato in località Pozzarello, si tratta di una fortificazione costiera realizzata tra il 1874 e il 1888, ultima struttura difensiva ad essere stata realizzata nell'area del promontorio dell'Argentario. Nel 1801 si unì al regno di Etruria e nel 1815 con il trattato di Vienna passò sotto il Granducato di Toscana. Negli anni '80 la speculazione venne quasi totalmente bloccata e ciò ha contribuito ad innalzare notevolmente il valore degli immobili preesistenti[85], limitando l'afflusso turistico ad una clientela più esclusiva. L'area è passata in gestione al comune, perdendo definitivamente la sua funzione militare[41]. Santo Stefano in Aspromonte Via Domenico Morabito, 25 89057 Santo Stefano in Aspromonte Pec e Mail istituzionale Tel 0965.740601 Fax 0965.740581 Tel.Fax.Anagrafe 0965.740478 CF 80003130806 Coordinate Bancarie Era diretta da Pamela Villoresi, molto legata alla località[75] e contava sulla collaborazione progettuale e organizzativa del Teatro Metastasio di Prato[76]. Faro marittimo costruito nel 1883, venne attivato come semaforo marittimo dalla Regia Marina per l'illuminazione della punta nord-occidentale del promontorio dell'Argentario. [27] Ogni espressione o polirematica offerta come risposta dai ragazzi è andata ad arricchire il database elettronico BaDaLì. A Porto Santo Stefano hanno sede i seguenti impianti sportivi comunali di primo e di secondo livello: la piscina comunale I Tre Ragazzi, così chiamata in onore di tre atleti della società di pallanuoto Rari Nantes Argentario, deceduti in un incidente stradale, durante una trasferta della squadra[112], un campo sportivo di calcio, campi da tennis[113] e il palazzetto dello sport con una capienza di 500 posti a sedere[114]. Ristrutturata dai Lorena dopo l'annessione al Granducato di Toscana, la fortezza continuò a svolgere le funzioni militari anche dopo l'unità d'Italia, fungendo da presidio strategico durante la prima guerra mondiale. [48], Le due mostre permanenti e l'acquario fanno parte della rete museale Musei di Maremma (sezione Costa d'Argento). Gualtiero Della Monaca, Domenico Roselli, Giuseppe Tosi. Marzo 2019 1 di 17 LISTA LOCALITÀ DISAGIATE Lo standard di consegna di Poste Delivery Express e Poste Delivery Box Express è maggiorato di un giorno per le spedizioni da/per le seguenti località: