Achille Campanile, uno dei maggiori umoristi italiani (1899 -1977). Ma lo sconforto dura solo un momento, prima di una subitanea virata davvero irresistibile che non è bene svelare, se non chiamando in causa le coreografie formidabili di Claudia Vegliante. Successivamente affronta la regia di alcuni documentari (esordisce con Il fiume nero) e nel 1952 realizza per la televisione, ancora in fase sperimentale, alcuni programmi nella sede di Milano. INGRESSO INTERO 15 €, 29 e 30 MAGGIO 2010 Rossella Schnell (Claudia Vegliante) – Claudia Vegliante, alias Rossella, la fidanzata di Daniele, ha poi recitato a metà degli anni '90 in “Caro Maestro”, per dedicarsi successivamente alla regia e alla coreografia in teatro. di Peppino e Titina De Filippo, regia di Antonio Ferrante, scena di Renato Lori, costumi di Giada Calabria. Dal 7 al 23 maggio dalle ore 19.30 nel FOYER e nella SALA DUE del Teatro VASCELLO si terra’ la prima serie di appuntamenti con la grande letteratura Italiana. Per il ciclo: ITALIA. E Studio Uno fu anche il titolo di una popolarissima trasmissione in onda dal 1961 al 1966 e diretta dallo stesso Falqui, il padre del varietà all’italiana.  Lo studio Uno di via Asiago sarà intitolato ad Antonello Falqui. Riapriamo le piste da sci, riapriamo le scuole. Claudia Trieste, Miss Italia 1997. Claudia de Lillo è diventata famosa per il suo blog Nonsolomamma.com con il quale è diventata un punto di riferimento per un nutrito numero di donne, e per il quale è stata nominata Ufficiale al Merito della Repubblica per aver inventato il personaggio di Elasti. Premio Simpatia (Anzio, 1960), Rosa d’Argento al Festival di Montreux del 1961 per spettacolo musicale Giardino d’inverno, Premio Maschera d’Argento assegnato dalla stampa italiana (Roma, 1962), Premio per il miglior regista alla seconda edizione del Premio Nazionale Regia Televisiva Televisiva svoltosi a Reggio Emilia (1962), premio come miglior regista alla terza edizione del Premio Nazionale Regia Televisiva (1963), Miglior regista televisivo dell’anno alla XIX edizione Premio Angelo d’Oro di Montecomatri (1964), miglior regista televisivo alla quarta edizione del Premio Nazionale Regia Televisiva (1964, Salsolmaggiore Terme), Premio Brigadan per lo spettacolo assegnato dal Sindacato Cronisti Romani (1964), Festival di Montecarlo – Primo premio per Biblioteca di Studio Uno (1964), è ancora miglior regista al Premio Nazionale Regia Televisiva (l’edizione 1964 si svolge a Salsomaggiore Terme), miglior regista televisivo al Premio Città di Trevi (prima edizione del 1964 e seconda edizione del 1965), premio Pagella Tv per lo spettacolo Stasera Rita (1966), XII Premio Campidoglio per lo spettacolo Sabato sera (1967), Miglior regista XI edizione del Premio Nazionale Regia Televisiva nella categoria musica leggera, rivista e varietà. Collaboratore Andrea Iuliani Io ho avuto la fortuna di incontrare alcuni di questi grandi personaggi, sia in veste di critici teatrali, sia come conoscenza diretta e questo mio vuole essere un’omaggio a quegli anni meravigliosi dove intorno ad un tavolino potevi bere un caffé con Arbasino o Flaiano o Manganelli e restare incantata per ore ad ascoltarli. Il pensare ai buoni momenti del passato non ci conforta perché siamo convinti che oggi li sapremmo affrontare con maggiore intelligenza e trarne migliore profitto. Libri, Film e Musica Falqui è anche autore e regista radiofonico: nelle stagioni 1971 e 1972 infatti propone Formula 1 con Paolo Viilaggio, Luciano Salce e Alberto Sordi (60 puntate). Claudia Rivelli – Max Delys Barbara De Rossi – Kirk Morris – Anna Zoli – Robert Gligorov – Bianca Maria Simonelli – Nando Sarlo – Claudia Vegliante – Mirella Mereu – … Elenco, recensioni, critica, trailer, dvd dei film di Claudio Risi Un film di Claudio Risi.Con Massimo Boldi, Anna Maria Barbera, Biagio Izzo, Paola Minaccioni, Massimo Ceccherini.Commedia, durata 110 min. Antonello Falqui è nato a Roma il 6 novembre 1925 figlio del critico letterario Enrico che scriveva per quotidiano romano Il Tempo (“da lui ho ereditato il rigore, la precisione”) e di Alberta “una donna di casa dalla quale ho imparato l’amore”. La prima edizione di Studio Uno va in onda nel 1961 con Mina, Mac Rooney, Alice ed Ellen Kessler, Marcel Amont, Quartetto Cetra, Renata Mauro ed Emilio Pericoli (12 puntate) ne seguiranno altre tutte fortunate, nella successiva accanto a Mina ci sono Mickey Roney, le Gemelle Kessler, Marcel Aumont, il Quartetto Cetra, Walter Chiari e Rita Pavone, nel 1963 i mattatori sono Zizi Jeanmaire, Rita Pavone, Alice ed Ellen Kessler e il Quartetto Cetra (12 puntate). Ho avuto due donne molto comprensive nella mia vita in tutti i sensi. Modifica ), Stai commentando usando il tuo account Facebook. Sempre nel 1990 Falqui firma la regia televisiva di Telethon è questo il suo ultimo lavoro, Falqui infatti decide di abbandonare il piccolo schermo e di tenere sporadicamente qualche lezioni di regia televisiva. Gaia BENASSI e Francesca FAVA in RACCONTI DA CENTURIE introduce Valentino ZEICHEN, 15 Maggio: WILCOCK “Il Musichiere – afferma lo stesso Falqui – è stato un po’ la riprova delle capacità che ha la televisione di rendere collettivi certi fenomeni. Lo spettacolo del 1977 è Bambole non c’è una lira con Gianni Agus, Loredana Bertè, Isabella Biagini, Cristian De Sica, Pippo Franco, Leopoldo Mastelloni, Tino Scotti, Gianrico Tedeschi e Gianni Agus, nel 1978 Il ribaltone con Pippo Franco, Loretta Goggi e Daniela Goggi, nel 1979 è la volta di Due come noi condotto da Pino Caruso e Ornella Vanoni (4 puntate). E, ancora, i direttori della fotografia: Franco Ferrari; i coreografi: Jack Bunch, Jurij Grigorovic, Gino Landi, Don Lurio, Franco Miseria, Hermes Pan, Umberto Pergola, Roland Petit, Tony Ventura; musicisti e direttori d’orchestra del calibro di Buno Canfora, Gianni Ferrio, Gorni Kramer e Franco Pisano. Roberto HERLIZTKA in FLAIANO sul VASCELLO introduce Renato NICOLINI, 8 Maggio: MANGANELLI Senza stare qui ad approfondire l’articolata genesi di questa lettura quando quell’annuncio mi saltò sotto gli occhi, mi rimase facile riconoscere la “ragazza col chiodo fisso” ovvero Ofelia e la sua aspirazione suicida e “l’amante nature morte” ovvero il nostro Amleto, non a caso, iconograficamente rappresentato con il teschio in pugno e una voluttuosa propensione al lutto. Antonello Falqui ha lavorato con tutti i grandi dello spettacolo italiano. La cultura, su Kijiji è sempre conveniente: scorri le 30 offerte di dischi, film e libri a Monte Grimano Terme. Grande amica e confidente della direttrice, ama molto il suo lavoro e lo svolge con passione ed energia. 12€ intero - 10€ ridotto Chi come me ha vissuto l’infanzia e/o l’adolescenza durante gli anni ’80 di certo ricorderà la serie televisiva italiana “I ragazzi della 3^ C”. Claudia De Santis: Insegnante di educazione fisica nella scuola di Elisa. Troppo spesso ci dimentichiamo della nostra grande narrativa e dei nostri poeti. Crescono i contagi e i morti in Italia ma il governo tira dritto: riapriamo le scuole ritardiamo solo la riapertura degli impianti sciistici. Ciò che alla fine ci sembra possa essere rimasto è la consapevolezza che molto del dolore consumato nelle nostre vite sia figlio delle strutture di potere (sociali, famigliari) e dei loro valori e che solo l’amore, inteso come lo svincolare se stessi e gli altri da imposizioni sul come si dovrebbe essere e su cosa si dovrebbe provare possa emanciparci dal dolore. In fondo siamo due timidi e forse non sapremmo cosa dirci”. di Luigi Saravo Antonello Falqui ha lavorato con i più grandi autori della televisione italiana: Antonio Amurri, Mario Castellacci, Mario Castellano, Leo Chiosso, Maurizio Costanzo, Giancarlo Del Re, Pietro Garinei, Sandro Giovannini, Michele Guardì, Maurizio Jurgens, Roberto Lerici, Marcello Marchesi, Beppe Menegatti, Giuseppe Moccia (Pipolo), Gustavo Palazio, Pierfrancesco Pingitore, Guido Sacerdote, Giulio Scarnicci, Umberto Simonetta, Renzo Tarabusi, Italo Terzoli, Enrico Vaime, Dino Verde, Lina Wertmuller. Ma quei caratteri acquistavano il loro vero senso e sapore solo se si procedeva più oltre, fin dove - credo - solo pochi amici si sono spinti: fino a quella eccentrica e solida saggezza, a quella ammirevole autosufficienza che erano nel fondo di Wilcock. La folla invece è inerte, non pensa e non può assimilare pensieri, né nuovi né vecchi. Tony Ucci, Mario Valdemarin, Caterina Valente, Franca Valeri, Romolo Valli, Bice Valori, Ornella Vanoni, Silvio Vannucci, Claudia Vegliante, Massimo Venturiello, Carlo Verdone, Raimondo Vianello, Enrico Viarisio, Claudio Villa, Paolo Villaggio, Alvaro Vitali, Monica Vitti, Lina Volonghi, Franco Volpi, Massimo Wertmuller, Iva Zanicchi, Renato Zero, Lia Zoppelli. È l’intreccio dialettico di una crisi, di una transizione, di un passaggio, di un percorso evolutivo; è il ritratto espressionista (L’urlo di Regia: Mino Guerrini – Cast: Claudia Vegliante, Alex Freyberger, Mario Carotenuto, Carmen Russo. Forse anche perché non ho mai esagerato”, INTERVISTA AD ANTONELLO FALQUI di Alessandro Ticozzi, http://www.spettacolinews.it/il-padre-del-varieta-televisivo-italiano-DS0A4974.html. Amo i documentari, ma non esistono più i varietà, non li sanno fare e non li possono fare perché il varietà ha bisogno di tempo per essere costruito e oggi di tempo non ne danno più. In questo percorso abbiamo esplorato i temi del cibo, dell’eros, dell’attrazione per la morte e della fascinazione per le cose morte. E non pagavo neanche il caffe’! Il cuore nella tradizione ebraica è il centro di tutta la persona. Nelle opere di Manganelli la parodia e il sarcasmo si esercitano in forme letterarie raffinate e funamboliche. Regione Lombardia paga Giulio Gallera sfiduciato dalla Lega, quando pagherà la ministra Azzolina? Nel 1990 dirige Concerto di Luciano Pavarotti al Palatrussardi di Milano in onore dei partecipanti alla XIV edizione della Coppa del Mondo di Calcio per l’apertura dei Mondiali di calcio in Italia, e Il gioco dell’eroe – Balletto del Bolscioj al Circo Massimo di Roma presentato da Vittorio Gassman. «Sì, ed è anche per questo che non ho mai tradito la Rai. “Ragazza magra con chiodo fisso cerca amante nature morte per relazione definitiva”. Ritengo abbia fatto bene a ritirarsi dalle scene un po’ come Greta Garbo. Lino Banfi, Beppe Barra, Sherley Bassey, Lucio Battisti, Alfredo Bianchini. Tra i gatti disabili, Vito figura come il felino bionico italiano per eccellenza, il primo a cui sono state impiantate due protesi al posto delle zampe posteriori. COMMEDIA 96′ – Italia, 1983 VISIONE ADATTA A TUTTI. CIAC Centro Internazionale delle Arti Contemporanee Paola MANNONI in CASANOVA (da “Le interviste impossibili”); Avremo il piacere di ascoltare Roberto Herliztka, Paola Mannoni, Francesca Benedetti, Stefano Santospago, Graziano Piazza, Paul Lorimer, Cristina Borgogni, Paolo Giovannucci, Massimo Fedele, Gaia Benassi, Francesca Fava, Alberto Caramel…mamma quanti!…e naturalmente ci saro’ anch’io! Stesso percorso intraprese Claudia Vegliante. Nel 1955 dirige Roma sconosciuta e Otto volante, una specie di caccia al tesoro con Flora Lillo, Enrico Luzzi e Galeazzo Benti, nel 1956, nel 1957 Confidenze di Teddy Reno (12 puntate) e Marina piccola con Teddy Reno (12 puntate). Mitici Ragazzi della terza C ,tributo stellare per loro,per circa tre anni, dal 1987 al 1989, hanno rappresentato un vero e proprio fenomeno televisivo tutto italiano, al punto che ancora oggi ‘I ragazzi della terza C’ vengono ricordati dai telespettatori che seguivano la serie con una risata e … Claudia Soberon, attrice messicana. I lettori sono personaggi immaginari creati dalla fantasia degli scrittori…. Casa di bambola (1879) è un testo comples- so e seducente che restituisce molteplici e potenti suggestioni. Falqui è attivissimo anche nel nuovo decennio che inizia con Studio 80 con Christian De Sica, Leopoldo Mastelloni e Nadia Cassini (7 puntate nel 1980), Giochiamo al varietà speciali sull’avanspettacolo di Roma, Milano, Napoli e Palermo (4 puntate, 1980), Palcoscenico con Milva e Oreste Lionello (4 puntate), Applause di Adolph Green e Betty Comden con Rossella Falck e Ivana Monti (1981), A come Alice con Claudia Vegliante e Carlo Verdone, ospiti delle puntate: Rita Pavone, Renato Rascel, Paolo Bertoluzzi, Renato Carosone, Alice ed Ellen Kessler e i ragazzi del laboratorio di Gigi Proietti (6 puntate), Attore amore mio con Gigi Proietti e i ragazzi del laboratorio (4 puntate). Scrittore di narrativa e di teatro, giornalista e critico televisivo, con le sue opere ha percorso quasi tutto il '900, dagli esordi, negli anni '20, sino alla fine degli anni '70, rappresentando e interpretando, sempre in modo ironico, il costume e l'essenza stessa della vita della nostra società. L’incontro con Mina con la quale avrà anche una storia d’amore) cambia la vita a Falqui: “In quel momento sì, fu una bella storia Mina era una donna curiosa, affascinante, oggi un ricordo importantissimo della mia vita. Interpreti: Wanda Pirol, Gigi Reder, Alessandra Borgia, Claudia Vegliante, Claudio Veneziano Rino Santoro, Enzo Garinei Salvini telefona a Fontana. Il romano Falqui nel 1953 si trasferisce a Milano, sarà una breve parentesi poi dopo un anno rientrerà nella capitale, per fare partire la tv sperimentale, nel 1953 realizza la regia di Arrivi e partenze, programma presentato da Mike Bongiorno e poi da Armando Pizzo (allorquando Mike iniziò a condurre Lascia o raddoppia) si trattava di una serie di incontri con personaggi famosi che arrivavano o partivano da Milano o da Roma, che dal 1954 sarà realizzato interamente a Roma, pertanto Antonello rientra definitivamente nella capitale. E poi l’italiano rimaneva appagato nel suo “bisogno musicale” che, ironicamente, era espresso nelle forme avvincenti della gara”. Ennio Flaiano, (1910 – 1972) è stato uno scrittore, sceneggiatore e giornalista italiano. con Christian De Sica, Maurizio Micheli, Daniele Formica, Iris Peynado, Bruno Maccallini, Sergio Rubini, Alessandra Martines, Rodolfo Laganà, Paola Tiziana Cruciani e Massimo Wertmuller (12 puntate) nel 1988, e, nel, 1989, Notte di luna caprese – Concerto di Peppino Di Capri. Ancora nel 1964 dirige Teatro 10 con Lelio Luttazzi, (6 puntate), nel 1965 Studio Uno con Mina, Lelio Luttazzi, Milly, Luciano Salce, Paolo Panelli, Alice ed Ellen Kessler e Quartetto Cetra (12 puntate) e Stasera Rita con Rita Pavone e Pick up con Walter Chiari, Nel 1966 nuova edizione di Studio Uno con Rita Pavone, Ornella Vanoni, Mina, Enrico Maria Salerno (20 puntate), nel 1967 è la volta di Stasera giochiamo con Rita con Rita Pavone, e Sabato sera con Mina, Lola Falana e un partner maschile per serata (10 puntate). ( Chiudi sessione /  coreografie Claudia Vegliante regia Luigi Saravo Ho avuto due donne molto comprensive nella mia vita in tutti i sensi. Juan Rodolfo Wilcock, (1919 – 1978) è stato un poeta, scrittore, critico letterario e traduttore argentino. La sua concezione della tv è ben sintetizzata in questa dichiarazione: odio tutto ciò che è casuale, fortuitamente lasciato agli eventi, fuori dall’orbita del pensiero. E ancora: Renato Nicolini, Italo Moscati, Daniele Bollea, Edoardo Camurri, Vincenzo Arsillo, Fulvio Abbate, Valentino Zeichen, Luca Archibugi ed Elio Pecora ci introdurranno criticamente nel mondo di ciascun autore. Abbiamo costruito un’esile parabola narrativa che potesse darci l’opportunità di trasformare i temi in materiale rappresentativo cercando la maggiore semplicità possibile e così, come spesso ci è accaduto, la danza, la musica, le parti testuali, gli oggetti, sono stati utilizzati senza troppe attenzioni per l’unità dei registri espressivi nel tentativo di comporre una favola teatrale che con leggerezza potesse portare il peso dei temi che ci accompagnavano. Ma Azzolina è irremovibile “la scuola non si ferma”, qualcuno le fa eco “la scuola non si ferma, Milano non si ferma”, Riapertura scuole. Francesca BENEDETTI Alberto CARAMEL Massimo FEDELE Manuela KUSTERMANN in L'AGONIA di LUISA, introduce Edoardo CAMURRI, 16 Maggio: PARISE Quello che più colpisce in lui è l’apparente distacco con cui ripercorre il significato di certe esperienze. Fra gli scenografi con i quali Falqui ha collaborato ricordiamo: Gaetano Castelli, Carlo Cesarini da Senigallia, Mario Chiari, Giulio Coltellacci, Mario Fiorespino, Eugenio Guglielminetti, Tullio Zitkowsky; fra i costumisti: Corrado Colabucci, Giulio Coltellacci, Folco, Silvana Pantani, Gabriella Pescucci, Enrico Rufini. ( Chiudi sessione /  Ora, stando alle regole del gioco del caso, mi rimaneva da considerare il perché quell’annuncio portasse un “magra” attribuito alla “ragazza con chiodo fisso”. No need to waste time endlessly browsing—here's the entire lineup of new movies and TV shows streaming on Netflix this (9 commenti) commedia (colore) di Mino Guerrini con Claudia Vegliante, Alex Freyberger, Orsetta Gregoretti, Sebastiano Somma, Carmen Russo, Jack La Cayenne Geppo : Spensieratezza, tante belle canzoni, balli, feste, spiaggia e mare sono gli ingredienti di questo film, che tutto sommato si lascia vedere con piacere. Nel 1961 Falqui è regista della commedia Felicita Colombo di Giuseppe Adami con Franca Valeri, Gino Bramieri, Gabriele Antonini e Ottavia Piccolo, e di altri varietà come Giardino d’inverno con le Gemelle Kessler e il Quartetto Cetra ed Eva ed io con Gianrico Tedeschi, Bice Valori, Gloria Paul e Lina Volonghi (8 puntate). Dopo la morte di Elda Lanza (la prima presentatrice della televisione italiana scomparsa domenica scorsa) la tv perde un altro dei suoi pionieri. Antonello Falqui regista… “Mi descrivono come un regista pignolo e burbero, forse lo sono stato. Saltabeccando tra varie magrezze scoprimmo che al primo posto nella produzione di fantasie suicide ci sono gli anoressici e capimmo quindi che di anoressia si trattava per la nostra Ofelia. È stata la serie cult di un’intera, e forse anche più d’una, generazione con le sue avventure scolastiche nelle aule di un liceo scientifico romano. Ho pensato questi incontri in forma di caffe’ letterario, per poter stare insieme a voi in modo conviviale, gustando un buon bicchiere di vino, qualche chiacchiera e soprattutto i meravigliosi scritti di Achille Campanile, Ennio Flaiano, Giorgio Manganelli, Goffredo Parise, Rodolfo Wilcock. KIMERE Un esperimento: un viaggio dietro le quinte dei grandi varietà televisivi della RAI di ieri e di oggi. Francesca BENEDETTI Alberto CARAMEL Massimo FEDELE Manuela KUSTERMANN in L'AGONIA di LUISA, introduce Edoardo CAMURRI, 11 Maggio: PARISE Cos’è l’amore? Claudia Schiffer, supermodella tedesca. Non ci sentiamo più da anni. Oggi l’età mi ha addolcito molto” Oggi la trovo carente. 7 Maggio: FLAIANO Nel 1973 è la volta di Dove sta Zazà con Gabriella Ferri, Pippo Franco, Pino Caruso (4 puntate), Una serata con Carla Fracci e L’appuntamento con Ornella Vanoni e Walter Chiari (4 puntate). L’attuale, più giovane di me, sposata dopo la morte della mia prima moglie». ( Chiudi sessione /  Lega in ansia. Il 12 ottobre 2009 La storia siamo noi propone uno special dedicato ad Antonello Falqui, il 26 maggio 2011 Rai Storia propone Giochiamo al varietè. Vegliante Giuseppe Aggiungi ai tuoi preferiti Segnala il sito ad un amico Segnalaci una notizia o un evento Siamo alla ricerca di collaboratori, fatti avanti! Goffredo Parise, (1929 – 1986) è stato uno scrittore e giornalista italiano. Il racconto è costruito sulle parole e i racconti di due maestri dello spettacolo televisivo italiano: il grande, grandissimo Antonello Falqui e Giampiero Solari, il suo erede indiscusso.