n. 194, del 06.11.2007, pubblicato in G.U. CE è una locuzione anglosassone equivalente all'italiano d.C. ("dopo Cristo"): serve per indicare una data dell'era moderna, ad esempio 2016 CE equivale a 2016 d.C. La marcatura CE ... Il marchio CE è l’unico marchio che certifica la conformità del prodotto ai requisiti applicabili della pertinente normativa comunitaria di armonizzazione che ne prescrive il collegamento; La marcatura CE non indica che un prodotto è … Regolamento CE 2868/95 della Commissione del 13 dicembre 1995 recante modalità di esecuzione del regolamento (CE) n. 40/94 sul marchio comunitario (come modificato dal Regolamento n. 355/2009 della Commissione, del 31 marzo 2009). In sintesi: Questi abusi possono essere perseguiti dalle autorità predisposte anche su segnalazione delle associazioni dei consumatori, o della concorrenza, degli utenti (o, per le aziende con sistema di gestione qualità certificato, rilevati dall'Organismo di certificazione come grave non conformità). Essa è realizzata dal fabbricante di un prodotto regolamentato nell'Unione europea, il quale dichiara, per mezzo della dichiarazione di conformità (o di prestazione nel caso dei prodotti da costruzione), che il prodotto è conforme ai requisiti di sicurezza previsti dalle direttive o dai regolamenti comunitari applicabili.[1]. Mascherine FFP2 NR CE 0598, Certificate da Ente Accreditato NANDO secondo il Regolamento (EU) 2016/425 Personal protective equipment, e precisamente Equipment providing respiratory system protection (Mascherine): - EU type-examination Si tratta di una cifra che, da sola, consolida il crescente riconoscimento di UL sul mercato tra produttori, distributori, rivenditori, … Le ultime notizie sulle tematiche di interesse per l'avvocato, l'evoluzione della professione, la gestione dello studio legale, la giustizia italiana, le ultime notizie dagli studi legali italiani Verrà utilizzato a partire dal 1 gennaio 2021 per contrassegnare le merci immesse sul mercato della Gran Bretagna cioè Inghilterra, Galles e Scozia. Al termine del procedimento di marcatura CE sarà possibile rilasciare la dichiarazione di conformità. 14-01-08. Documenti e comunicazioni sulla marcatura CE; FAQs - Domande e risposte. Il marchio CE viene apposto, invece, dal produttore. 9 e 10 - edito dalla Commissione Europea, Non a caso il punto 7 del capitolo 11 delle NTC subì una cogenza differita di un anno a causa di un ricorso austriaco presso la Commissione. Qualora l'infrazione non comporti rischi immediati per la salute degli utilizzatori, il produttore non sarà tenuto al ritiro del bene dal mercato, a condizione che intraprenda le misure necessarie per ottenere la conformità CE. Il marchio indica semplicemente che il prodotto che lo porta è conforme ai "requisiti essenziali", ove previsti, da Direttive in materia di sicurezza, sanità pubblica, tutela del consumatore, applicabili a quello specifico prodotto per quel particolare impiego. La marcatura CE non è obbligatoria per tutti i prodotti poiché le direttive europee la impongono solo per determinate categorie. Visualizza altre idee su grafici, idee, infografica. In questi prodotti il marchio è obbligatorio, perché espongono l’acquirente a rischi anche molto gravi durante l’utilizzo. Fu introdotta con la Decisione 93/465/CEE del Consiglio dell'Unione europea del 22 luglio 1993 al fine di accelerare la costituzione del Mercato europeo comune (MEC) previsto dal Trattato CE, segnatamente dagli artt. La decisione prevede otto procedure di valutazione (detti moduli) che si applicano alle fasi di progettazione e di produzione dei prodotti che così possono liberamente circolare nell'ambito del Mercato Unico.[3]. il marchio CE deve essere apposto dal produttore (o da un rappresentante autorizzato entro la comunità Europea) secondo il formato previsto per legge, in maniera leggibile e indelebile; implicano la partecipazione alla loro elaborazione di tutti gli. Professionisti specializzati in Marchi e Brevetti dal 1993, Contattaci per ricevere una valutazione dai nostri esperti. Search the world's information, including webpages, images, videos and more. Le Direttive nuovo approccio consistono in un'opera di armonizzazione tecnica su scala comunitaria, finalizzata a: Con l'introduzione delle Direttive nuovo approccio "Il fabbricante ha la responsabilità di controllare ciascun prodotto che immette sul mercato e verificarne la conformità alla legislazione UE (procedura di valutazione della conformità). Anche il marchio di conformità europea si può identificare a colpo d'occhio grazie a un semplice accorgimento: le due lettere sono ricavate da due cerchi, come si può bene vedere dall'immagine a lato. Registered ® (marchio registrato) Il simbolo ® può comparire accanto ai marchi registrati. Questo simbolo è stato creato nel 1993 e, su molti prodotti, è obbligatorio per essere commercializzati all’interno dello Spazio Economico Europeo (SEE) che comprende i paesi dell’Unione Europea e i 3 paesi EFTA (Norvegia, Islanda e Lichtenstein). qualora i compiti siano ripartiti fra diverse autorità, gli Stati membri istituiscono adeguati meccanismi di comunicazione e coordinamento fra le stesse. No, infatti non tutti i prodotti in commercio hanno l’obbligo di avere la Conformità Europea. Infatti, in questi casi il fabbricante emette la "Dichiarazione di prestazione" invece che la "dichiarazione di conformità". Figura 1 . La marcatura CE è prevista anche per beni prodotti in paesi terzi, poi commercializzati nell'area SEE e Turchia. Mi piace l'atmosfera che creano. La marcatura CE, in vigore dal 1993, indica la conformità a tutti gli obblighi che incombono sui fabbricanti, distributori e importatori in merito ai loro prodotti (o a quelli immessi sul mercato sotto la propria responsabilità) in virtù delle direttive comunitarie,[2] consentendo la libera commercializzazione dei prodotti marcati entro il mercato europeo. eco-design di prodotti relativi ai consumi energetici; attrezzature per la misurazione della compatibilità elettromagnetica; dispositivi di protezione da atmosfere esplosive; bollitori per acqua calda alimentati da combustibile liquido o gassoso; frigoriferi e congelatori per uso domestico; attrezzature con emissione di rumore nell'ambiente; dispositivi di protezione individuale (DPI); dispositivi radio e per telecomunicazioni; creare organismi di standardizzazione tecnica comunitari quali il CEN (. L'analisi va documentata e inserita nella documentazione tecnica[15]. Il marchio CE ha il significato letterale di Conformità Europea ed in termini concreti è la dimostrazione grafica che il prodotto a cui è applicato rispetta le normative vigenti all’interno della Comunità Europea e che governano la produzione e la immissione nel mercato di quel prodotto. L'attività di controllo e vigilanza previsto per la marcatura CE dei prodotti è disciplinata dal Regolamento 765/2008 che affida alle autorità competenti[42] il controllo sul mercato, ferma restante l'azionabilità di ogni controversia riguardante la marcatura CE innanzi al Giudice naturale[43] ovvero alla Corte di giustizia dell'Unione europea. Essa è esclusivamente la dichiarazione che sono stati rispettati i requisiti essenziali di sicurezza previsti dalla/e direttiva/e comunitaria/e applicabile/i. Lo strumento giuridico per eccellenza resta sempre e comunque la Direttiva 85/374/CEE relativa alla Responsabilità per danno da prodotti difettosi e la conseguente azione di risarcimento del danno. Marcatura CE significa garantire al consumatore prodotti sicuri, conformi alla legislazione Europea ed evitare problemi con le autorità e le forze dell’ordine in caso di controllo. Il logo CE non è un semplice simbolo, è un marchio: un marchio che significa che il prodotto risponde a requisiti essenziali di sicurezza, e che tale assicurazione viene garantita dal fabbricante o chi se ne assume la responsabilità immettendolo sul mercato a suo nome o come importatore. I moduli basati sulle tecniche di garanzia della qualità risultanti dalle norme EN ISO serie 9000 stabiliscono un collegamento tra settori regolamentati e no: ciò dovrebbe aiutare i fabbricanti a soddisfare contemporaneamente gli obblighi fissati dalle direttive e le esigenze dei clienti[17]. La marcatura CE è prevista, astrattamente, per tutti i prodotti commercializzati entro lo Spazio Economico Europeo (SEE[6]) che devono inderogabilmente essere conformi almeno alla Direttiva 2001/95/CE (sicurezza generale dei prodotti). lett. Per garantire un elevato livello di tutela dei consumatori, Parlamento europeo e Consiglio dell'Unione europea hanno adottato la Direttiva 2001/95/CE[48] che disciplina tutti i prodotti secondo il principio di generalità[49] rispetto alla disciplina delle singole Direttive di prodotto, ispirata da criteri di specialità. Le sanzioni sono molto severe, sia dal punto di vista civile che penale. Le norme armonizzate dunque rappresentano le specifiche tecniche da applicare ad un determinato prodotto affinché questo incontri i requisiti essenziali in un rapporto da species a genus con le Direttive di nuovo approccio (che disciplinano intere categorie di prodotti). La valutazione della conformità procede in base ai moduli introdotti dalla Decisione 768/2008/EC e dipende dall'intervento della parte interessata (fabbricante o importatore) o di un terzo (cosiddetto organismo notificato) e riguarda la fase di progettazione, di fabbricazione del prodotto o entrambe. Essa è esclusivamente la dichiarazione che sono stati rispettati i requisiti essenziali di sicurezza previsti dalla/e direttiva/e comunitaria/e applicabile/i. In caso il prodotto sia inserito nell'allegato IV (Direttiva Macchine) è l'ente che è responsabile dell'esecuzione delle prove di sicurezza in quanto si è obbligati a rivolgersi a un ente per tale adempimento "non più in regime di autodichiarazione"; l'ente ha una propria assicurazione che copre tale attività. Qualora le direttive lo prevedano, la conformità di un prodotto deve, inoltre, essere valutata da un ente terzo accreditato (organismo di certificazione). Le ultime notizie sulle tematiche di interesse per l'avvocato, l'evoluzione della professione, la gestione dello studio legale, la giustizia italiana, le ultime notizie dagli studi legali italiani [33] Con la cosiddetta "procedura 98/34" viene garantito il controllo della Commissione sulla regolamentazione tecnica che potrebbe dare origine a barriere ingiustificate tra i diversi Stati membri. Molti prodotti richiedono il marchio CE prima di poter essere venduti nell' UE.Il marchio CE attesta che il prodotto è stato valutato dal produttore e che si ritiene rispetti i requisiti previsti dall'UE in materia di sicurezza, salute e tutela dell'ambiente. Il marchio CE deve essere posto su determinate tipologie di prodotti ed è obbligatorio. [3] Esempi di alcune direttive che richiedono il marchio CE sono la Direttiva prodotti da costruzione, la Direttiva bassa tensione, la Direttiva macchine, la Direttiva compatibilità elettromagnetica, la Direttiva per i sistemi in pressione, la Direttiva per i dispositivi medici. La Direttiva 2001/95/CE (anche detta Direttiva sulla Sicurezza Generale dei Prodotti) ha introdotto, fra l'altro, il sistema di allarme rapido (RAPEX[47]) per i prodotti che presentano un rischio grave per i consumatori, che ha notevolmente potenziato la capacità di controllo e vigilanza degli Stati Membri. I fabbricanti (o importatori) devono pertanto effettuare un'analisi dei rischi per determinare quali requisiti essenziali siano applicabili al prodotto in questione soprattutto se il prodotto è sottoposto a una pluralità di Direttive ovvero norme armonizzate. Il marchio CE garantisce al consumatore la conformità del prodotto stesso a tutte le disposizioni della Comunità Europea, in termini di tutela della … Che forma deve avedre la marcatura CE? Dunque, "conformità" significa il rispetto dei requisiti essenziali. Apponendo il marchio CE su un prodotto, il produttore dichiara di rispettare tutti i requisiti previsti per ottenere il marchio stesso, assumendosi la responsabilità della sua commercializzazione entro lo spazio economico europeo. 95 del Trattato UE tenendo conto della tipologia di prodotti, della natura dei rischi tipici a essi associati, dell'onerosità per il fabbricante (ad impossibilia nemo tenetur) oltre alle infrastrutture, il tipo e l'importanza della produzione (su scala europea). EMOTEC certifies its products with the CE marking in conformity with European Standard 93/42/ECC. Oltre alla volontarietà di applicazione (si badi bene che volontaria è l'applicazione della norma ma non l'obbligo comunque di qualificare i prodotti o sottoporli a marcatura CE), le norme armonizzate: Una particolare clausola prevista nello statuto del CEN/CENELEC obbliga i Paesi membri a non svolgere alcuna attività (stand still)[28], nel corso della preparazione di una norma armonizzata, che possa pregiudicare il processo di armonizzazione[29]. 10 del Trattato CE: «Gli Stati membri adottano tutte le misure di carattere generale e particolare atte ad assicurare l'esecuzione degli obblighi derivanti dal presente trattato ovvero determinati dagli atti delle istituzioni della Comunità. La dichiarazione di conformità può essere un documento, un'etichetta o qualcosa di equivalente[22] e deve presentare le seguenti informazioni minime: Tutto ciò premesso, risulta chiaro che il documento centrale su cui ruota il sistema di qualificazione dei prodotti denominato marcatura CE non insiste sul marchio da apporre sull'etichetta ma sulla dichiarazione di conformità (ovvero la certificazione di conformità quando prevista), nella quale qualcuno si prende la responsabilità giuridica di affermare la conformità di un determinato prodotto e quindi diventa il legittimato passivo in caso di giudizio. Nel definire la gamma di moduli possibili, il legislatore della Decisione 768/2008/EC si è ispirato al principio della proporzionalità[16] per garantire il livello elevato di protezione di cui all'art. Per poter apporre il Marchio CE sul proprio prodotto si deve prima avere un Certificato CE come prova di superamento dei test (prove, collaudi, ecc.) The European Union certification mark is defined as a mark that is “capable of distinguishing goods or services which are certified by the proprietor of the mark in respect of material, mode of manufacture of goods or performance of services, quality, accuracy or other characteristics, with the exception of geographical origin, from goods and services which are not so certified.” I requisiti essenziali contenuti nelle Direttive di nuovo approccio non contengono alcuna indicazione per quanto concerne le specifiche tecniche dei prodotti in esse regolamentati (pur essendo cogenti per il fabbricante o l'importatore). La certificazione CE è un elemento indispensabile alla commercializzazione di alcune tipologie di prodotti sul mercato europeo. L'organismo terzo non libera il fabbricante delle proprie responsabilità ma ne assume di nuove in ossequio al compito svolto[18]. Inoltre la marcatura segnala che il produttore ha verificato la conformità del bene a tutti i requisiti fondamentali previsti dalle direttive inerenti e relative a sicurezza, igiene e rispetto dell'ambiente. Il rilascio della dichiarazione di conformità CE, sulla base delle prove e valutazioni con esito positivo eseguite dall'ente notificato (emissione certificato di conformità CE), rimane comunque in capo al fabbricante. 11-ago-2018 - Esplora la bacheca "ide+ide" di Giuseppe Campagna su Pinterest. In altri casi, invece, lo si fa per errata interpretazione delle norme, specie su pressione del mercato (adeguarsi ai concorrenti). Attenzione: in alcuni casi è necessario che questa “autocertificazione” sia valutata “Organismi Notificati” che devono verificare se il prodotto soddisfa i requisiti tecnici specifici. Il fabbricante (o il suo rappresentante autorizzato) potrà apporre la marcatura UKCA solo se un organismo approvato ha effettuato la valutazione. Basta quindi verificare che fra la C e la E ci sia almeno la metà della larghezza della C. Le regole relative alle caratteristiche del marchio CE sono qui di seguito esposte: La dichiarazione di conformità CE è un'attestazione con la quale il fabbricante (residente nella UE), il mandatario (residente nell'Unione e unico authorized representative del fabbricante extraeuropeo) o l'importatore (residente nell'Unione) attestano la conformità di un prodotto ai requisiti essenziali redigendo tale dichiarazione come esplicitamente indicato nell'Allegato IV della direttiva 2004/108/CE[19] e nella norma di riferimento ISO/IEC 17050-1:2004[20] e successivi aggiornamenti. A seconda del tipo di prodotto, la normativa per la marcatura CE può richiedere obblighi più o meno dettagliati, che possono includere anche il rispetto di determinate norme tecniche, lo svolgimento di specifiche prove di laboratorio da parte di laboratori accreditati per svolgere tali prove e il coinvolgimento di un ente terzo apposito (chiamato "ente notificato") che fornisca il proprio parere in merito alla sicurezza del prodotto, e se qualora questo risulti positivo, emetta la certificazione (che in questo caso non sarà quindi una semplice autocertificazione del fabbricante, bensì una certificazione vera e propria dell'ente notificato). Discover and listen to your favorite podcasts for free or sign up to create your own! Art. La marcatura CE è un marchio di qualità o di origine? Saranno valide anche le relative dichiarazioni di conformità (o dichiarazioni di prestazione per i prodotti da costruzione) purché redatte in lingua inglese. fissare solo i requisiti essenziali generali dei prodotti; ridurre il controllo delle autorità pubbliche prima dell'immissione nel mercato di un prodotto; basata sul controllo interno della produzione; controllo di fabbricazione interna (modulo A); il marchio CE deve essere apposto dal produttore (o da un rappresentante autorizzato entro la comunità europea) secondo il formato previsto per legge, in maniera leggibile e indelebile; il marchio CE deve misurare almeno 5 mm e mantenere le proporzioni iniziali in caso di ingrandimenti; qualora le caratteristiche finali del prodotto o la sua lavorazione non consentano l'apposizione della marcatura CE direttamente sul prodotto stesso, la marcatura dovrà essere apposta sulla confezione o sulla documentazione d'accompagnamento; qualora le direttive prevedano una valutazione da parte di un ente certificato, il numero di identificazione dell'ente dovrà essere inserito nell'etichetta contenente il marchio CE a cura del fabbricante (o importatore) sotto la responsabilità dell'ente stesso. Ciò premesso, il reale controllo e la vigilanza sul mercato è affidata soprattutto agli utilizzatori dei prodotti e al livello qualitativo e quantitativo di informazioni alle quali hanno accesso. sarà responsabile della conformità di quest'ultimo alle norme di riferimento, Dichiarazione di Conformità CE quickguide pag 4, Art. Your CE declaration of conformity means your product now has right of way onto the European market. nome e indirizzo del fabbricante o del mandatario che rilascia la dichiarazione (e il numero di identificazione dell'organismo notificato qualora il modulo applicato preveda l'intervento di un ente terzo); identificazione del prodotto (nome, tipo o numero del modello ed eventuali informazioni supplementari quali numero di lotto, partita o serie, fonti e numero di articoli); tutte le disposizioni del caso che sono state soddisfatte; norme o altri documenti normativi seguiti (ad esempio norme e specifiche tecniche nazionali) indicati in modo preciso, completo e chiaro; tutte le eventuali informazioni supplementari necessarie (ad esempio classe o categoria quando previste dalle specifiche tecniche); firma e titolo o marchio equivalente del mandatario; dichiarazione secondo la quale la dichiarazione di conformità viene rilasciata sotto la totale responsabilità del fabbricante ed eventualmente del suo mandatario. Il simbolo CE non ha un significato letterale dichiarato e dunque non è l'acronimo di nessuna descrizione particolare del tipo di marchio, anche perché significati dell'acronimo come "Conformità Europea" hanno senso solo in alcune delle lingue europee, mentre il marchio rimane sempre quello in tutte le nazioni, anche in quelle nelle quali i termini "conformità europea" si esprimono in modi totalmente diversi (in svedese, europeisk standard; in polacco, Europejska Zgodność; in sloveno, Evropski skladnosti; in finlandese, eurooppalaisesta vaatimustenmukaisuuden; ecc.). Significato. E’ il giorno del funerale del padre di Lia Milthorpe. È compito dell'importatore anche garantire che il produttore sia sempre raggiungibile. Il vantaggio di un marchio conosciuto Il Marchio UL riunisce oltre 65.000 produttori che si sono rivolti a UL per ottenere la certificazione di prodotto. le autorità di sorveglianza del mercato eseguono i loro compiti in modo indipendente, imparziale e senza pregiudizi; gli Stati membri devono mettere a disposizione delle autorità risorse adeguate in termini di personale e finanziarie per l'espletamento dei loro compiti; i poteri legali da attribuire alle autorità di sorveglianza del mercato comprendono il potere di chiedere agli operatori economici di mettere a disposizione la documentazione e le informazioni che ritengano necessarie e, se necessario e giustificato, l'accesso ai locali degli operatori economici e il prelievo dei necessari campioni di prodotto, gli Stati membri devono adottare le misure necessarie atte a garantire che il pubblico sia consapevole dell'esistenza, della sfera di competenza e dell'identità delle autorità nazionali di sorveglianza del mercato e sappia in che modo contattarle.