Intorno alle dette tesi, che sono riprodotte anche in alcuni scritti di teologia dogmatica[16], si è arrovellato il dibattito filologico nel corso della storia senza giungere ad una conclusione certa che manca ancor oggi anche se, tra i filologi moderni e contemporanei, la tesi agostiniana sembra essere stata tralasciata e si registra una certa preferenza per la tesi ciceroniana rispetto alla lattanziana. Considerato il successo della forma nominale religióne non è rimasta traccia nell'evoluzione dell'italiano delle altre quattro antiche forme nominali anche se alcune fra esse sono rimaste in alcune parlate locali, specie dialettali[3]. aspirata. Infatti, non mi sfugge che autori della lingua latina hanno esposto un'altra origine di questo nome, che da ciò (ossia: per la quale) sia coniata (la parola) religione in quanto (derivante da) è scelta di nuovo. Il rapporto quindi che si crea tra il praticante e la divinità è un legame molto molto profondo e molto intimo (visualizziamo, preghiamo, facciamo offerte e ne chiediamo le benedizioni ). Che si riferisce a una religione, nel sign. È un termine forgiato, quindi, nella cultura romana, modellato nella religione pagana romana e rimodulato, infine, dal Cristianesimo[15]. Grazie! [dal lat. Quando ci rivolgiamo ad una particolare divinità ci rivolgiamo in realtà a tutti i Buddha e agli esseri santi del lignaggio e in modo particolare al nostro guru che ci guida. La suesposta definizione può essere apparentemente intesa come controversa solo perché non universalmente accettata nell'ambito degli scibili interessati, compreso quello religioso: le valutazioni proposte in proposito sembrano essere molto pretestuose in quanto risultano sotto il profilo logico inconsistenti ai fini probatori che si prefiggono. Va tenuto presente che «il concetto di religione non è definibile astrattamente, cioè è al di fuori di una posizione culturale storicamente determinata e di un riferimento a determinate formazioni storiche». cercare o guardare con attenzione, onde viene il senso ritenute sacre e degne di venerazione, quali la patria, la famiglia, i doveri del proprio stato e simili. Mi pare che così si crei una "alterità" che a mio avviso è artificiale. Il praticante che vuole sviluppare queste qualità cerca quindi di " immedesimarsi" nella divinità da lui scelta al fine di familiarizzare la propria mente con quelle qualità. Etimologia del Termine: Il termine filosofia deriva dal greco ed è composto da: filein = amare e sophia = sapienza. Questa, giunta alla fine dell’anno invecchiata e avvizzita, offre regali che potrebbero simboleggiare dei semi da cui lei rinascerà bambina. Non a caso la radice sanscrita presente nei Veda, puta , entrata anche nelle lingue romanze con tutt'altro senso (cfr. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 17 giu 2020 alle 15:44. vale considerazione o cura riguardosa', da un supposto verbo RELIGERE composto della partic. Religione: Insieme di credenze e di manifestazioni con cui l'uomo riconosce l'esistenza del soprannaturale. affine a religare «legare», con riferimento al valore vincolante degli obblighi e dei divieti sacrali]. Che cos'è la religione. all'unico Dio (siamo) tendenti, e a Lui solo legando le nostre anime, onde (ossia: dal legare) (la parola) religione è detta ritenuta (derivare), siamo carenti in ogni superstizione? Secondo Lattanzio, religio deriva direttamente dal verbo latino religo, religāre[20], evidentemente inteso quest'ultimo quale composto dal "re-" intensivo e dal verbo latino lĭgo, ligāre[21], in base all'affermazione di seguito riprodotta: Queste parole di Lattanzio costituiscono un'analisi etimologica ed una definizione di religio espressamente contrapposte a quelle ciceroniane. RELIGIÒNE (M), che propr. Sentendomi come essere umano parte di quel tutto "naturale" io scriverei "tutto". In primis, il rapporto tra credente e la sua divinità. Infatti, nelle parole di Cicerone, sopra riprodotte, ad essere centrale è il termine cultus in relazione al quale si pone religio assumendo il senso di osservanza puntigliosa delle prescrizioni rituali[15] da parte di chi è religiosus, ossia chi con particolare attenzione conservi ed osservi le pratiche cultuali: atteggiamento che genera nel religiosus il senso della forma proprio del culto religioso. Quindi ben a ragione venne imparentato con FIDES corda d1 {strumento musicale e propr. In queste mie parole la spiegazione che è stata fornita, onde (la parola) religione sia detta (derivare), (è quella che) più mi piacque. certo per il nostro concetto filosofico aristotelico (ma anche platonico... l'Uno...) occidentale che la religione preveda un primum movens ...è difficile considerarla una religione... ma se lo vediamo dal punto di vista della intimità con tutto l'esistente...cose, umani,flora, fauna..., non vi sono dubbi che il buddhismo veda tutto come un un Tutto, degno della massima attenzione e benevolenza. Il termine deriva dalla parola greca baptizo e segna l’ingresso ufficiale nella comunità religiosa di appartenenza. Esistono molte divinità perché ognuna di loro rappresenta delle particolari qualità e attitudini. – 1. Orchidee: il significato dei loro fiori. Il sostantivo italiano venne coniato nel XIV secolo[4] derivando direttamente dal sostantivo femminile variabile latino religio, -onis[5]. Per quella che è la mia esperienza ( non conosco ovviamente in modo approfondito tutte le scuole) il buddismo è stracolmo di divinità, anche se concettualmente queste hanno un significato molto molto diverso da quelle che possono essere le divinità greche e romane o dal concetto di Dio. religiōne(m), prob. Powered by, Informativa privacy - cookies di "Terze parti". Scopri origine, etimologia, onomastico, diffusione e popolarità dei nomi. Dalla mistica al pensiero sia sunnita che sciita, esiste nella religione musulmana uno spazio dedicato alla Teofania. 334, Jaca Book S.p.a., Di seguito una traduzione a senso di parte del brano prodotto in voce, e cioè con l'esclusione del periodo finale dello stesso brano, come proposta da, Di seguito una traduzione a senso del brano, prodotto in voce, come proposta da, Di seguito due traduzioni a senso del brano prodotto in voce. di religio -onis [...] di produrre gli stessi effetti del matrimonio civile. Note Modifica ↑ Retractationes I, 13. L'etimologia della parola islamico deriva dall'arabo: إسلام (Islām) = totale sottomissione, totale abbandono, totale consegna (del fedele a Dio). Quindi per esempio si dice che non c'è differenza tra me e un insetto o tra me e una sedia ma nel senso che sia io che l'insetto che la sedia abbiamo avuto bisogno di cause e condizioni per poterci manifestare. Il termine religione, nella sua origine (= etimologia) e nel suo significato, ha avuto diverse interpretazioni (se ne contano circa 50!). La Befana, comunque, non ha nulla ha che vedere con il significato religioso della festa dell’Epifania. ciao a tutti.. mi potreste dire per favore a quale scuola buddista fate riferimento? Se non è vi è chiaro completamente cosa indica il termine non preoccupatevi, in questo articolo troverete tutte le informazioni che vi serviranno a schiarire le idee. Mi riesce quindi difficile immaginare un buddismo che non preveda una divinità come dice Giovanni ( per questo sono molto curiosa di sapere di quale scuola state parlando.. mi interesserebbe molto approfondire..) Credo per questo che il termine religione possa quindi essere usato anche per il buddismo ( per lo meno quello tibetano)Per quanto riguarda il "tutto" o "Tutto"... secondo il buddismo tibetano TUTTI i fenomeni, noi stessi compresi, sono della stessa natura ( cioè di vacuità o privi di esistenza inerente). Secondo sant'Agostino, religio deriva direttamente dal verbo latino religo, religĕre[23], evidentemente inteso quest'ultimo quale composto dal re- intensivo e dal verbo latino ēlĭgo, ēlĭgĕre[24], in base all'affermazione di seguito riprodotta: È pur vero che, qualche anno prima, sant'Agostino sostenne che religio derivasse direttamente dal citato verbo religo, religāre, evidentemente riproponendo la tesi lattanziana, in base all'affermazione di seguito riprodotta: Verso la fine della sua vita sant'Agostino fornì un compendio della sua analisi etimologica e del significato di religio in cui, oltre ad illustrare il percorso che dalla tesi lattanziana lo condusse a formulare la propria tesi nel De Civitate Dei, riespone tale propria tesi elaborandola ulteriormente in base all'affermazione di seguito riprodotta: Queste parole di sant'Agostino costituiscono un'analisi etimologica ed una definizione di religio vicine ma non identiche a quelle ciceroniane. religióne s. f. [dal lat. 2ª metà XIII sec; dal lat. Ha un significato importante anche per altre importanti religioni, non ultima l’Islam. Prima lezione del corso di Religione per alunni della Scuola Secondaria di Primo grado. qui autem omnia quae ad cultum deorum pertinerent diligenter retractarent et tamquam relegerent, sunt dicti religiosi ex relegendo, ut elegantes ex eligendo, diligendo diligentes, ex intelligendo intelligentes; his enim in verbis omnibus inest vis legendi eadem quae in religioso. ἁρµονία «unione», «proporzione», «accordo».Concordanza tra elementi diversi che provoca piacere e, in senso più specifico, concordanza di suoni o assonanza di voci. coloro, invece, che diligentemente riesaminassero e, tanto quanto, osservassero tutto ciò che fosse pertinente il culto degli dei sono detti religiosi (che deriva) da. religióso agg. In his verbis meis ratio quae reddita est, unde sit dicta religio, plus mihi placuit. Poi, vi può essere anche un'aspetto di religiosità comunitaria, cio di legame-rapporto che lega la comunità dei credenti con la sua divinità. prof. Luca Vergani Però facciamo molta distinzione tra gli essere senzienti e gli oggetti ( le cose)..non credo di far parte della sedia e non mi sento legata alla sedia ( al massimo posso provare gratitudine per tutti gli esseri che hanno fatto si che io potessi avere una sedia su cui sedermi).. booh non riesco a capire cosa intendi per il "tutto".. forse fai riferimento agli elementi fisici di cui il mondo è composto? a. Dotare una melodia di un contesto armonico; usato assol., svolgere attività di armonista armonia Dal gr. Vocabolario on line. Come questo si sono sviluppati nel corso dei secoli e come possiamo riconoscere la loro radici? Oltre il cristianesimo: la parola attraverso le religioni. religio - onis, prob. Dai significati e sensi citati si deduce come religio, anche senza considerare i sensi cristiani, contenga già i due macroaspetti definitori del concetto di religione. Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce. Chi è una persona empirica, significato dell'aggettivo religiosus, der. funicella^ e con molta proprietà i Latini l'accoppiarono Lealtà. In entrambi i casi, come è facile notare, siamo legati concettualmente a qualcosa che sfiora l'idea di un sentimento religioso. e intr. ad unum Deum tendentes, et ei uni religantes animas nostras, unde religio dicta creditur, omni superstitione careamus? Hoc vinculo pietatis obstricti Deo et religati sumus; unde ipsa religio nomen accepit, non ut Cicero interpretatus est, a relegendo. Hunc eligentes vel potius religentes (amiseramus enim neglegentes)- hunc ergo religentes, unde et religio dicta perhibetur. La parola religione deriva dal latino religio la cui etimologia può essere interpretata come "rileggere" le scritture sacre o anche come "legare" in riferimento al vincolo di rispetto che ciascun religioso ha nei confronti delle leggi sacre. anche Giovanni Filoramo. Cfr. Item alio loco: "Ad unum Deum tendentes", inquam, "et ei uni religantes animas nostras, unde religio dicta creditur, omni superstitione careamus". Significato Rivolgimento, mutamento di direzione di un corpo; mutamento interiore; cambio, trasformazione. Religio possiede: 1. i significati morali di "coscienziosità", "esattezza", "inquietudine", "meticolosità" e "scrupolosità"; 2. i significati e sensi spirituali di "cerimonia religiosa", "culto", "gerarchia ecclesiastica", "impurità religiosa", "interdizione religiosa", "legare assieme", "maledizione divina", "pratica religiosa", "prodigio divino", "raccolta selezionata", "religione", "religiosità", "rispetto religioso", "rito religioso", "segno divino", "sentimento religioso", "superstizione", "timore religioso", "timore superstizioso", "usanza religio… Grazie, Sull'etimologia della parola religione (in latino, © etimoitaliano.it. tr. armoniżżare v. tr. FO 1a. Su questi due termini, sacer e sanctus, si fonda un ulteriore termine, questo dall'etimologia incerta, religio, ovvero quell'insieme di riti, simboli, credenze e significati che consentono all'uomo romano di comprendere il "cosmo", di stabilirne i contenuti e di mettersi in relazione con esso e con gli Dèi. Julien Ries, Opera Omnia, v. V La scienza delle religioni, pag. Tema Semplice. Pur … La divinità nel buddismo ci serve per sviluppare le nostre qualità ( amore, compassione, saggezza, ecc.. che sono già presenti in noi ma che devono essere potenziati al massimo, come fece appunto Buddha ). religione re | li | gió | ne s.f. Qual è il significato della Quaresima: perché si chiama così, l'etimologia della parola, le date e le tradizioni religiose in vista della Pasqua. Nam non me fugit aliam nominis huius originem exposuisse latini sermonis auctores, quod inde sit appellata religio, quod religitur. RELIGIONE. puoi aiutarmi a capirlo per favore? Etimologia, significato e usanze nelle altre culture. Armonia significato etimologico. Il battesimo rappresenta un momento molto importante nella vita di un fedele per molte religioni. [...]. [der. Sceglienti Questi (ossia: Dio), anzi sceglienti di nuovo, - avevamo perduto (Dio) perché negligenti - dunque sceglienti di nuovo Questi (ossia: Dio), onde (ossia: dallo scegliere di nuovo) pure religione è detta derivata. Quod verbum compositum est a legendo, id est eligendo, ut ita latinum videatur "religo" sicut "eligo". Hai già messo mi piace sulla pagina facebook di Cathopedia? Anche se in De civitate Dei X,3 Agostino segue invece l'etimologia offerta da Cicerone: « Eleggendo quindi Dio, o piuttosto rieleggendolo (da cui verrebbe il termine religione) avendolo perduto per nostra negligenza » (Agostino.La città di Dio.Milano, Bompiani, 2004, pag.462) ↑ Cfr. Le divinità, così come sono rappresentate, sono degli archetipi e rappresentano tutte la mente di Buddha ma ognuna mette attenzione ad un particolare aspetto della mente illuminata. Sull'etimologia della parola religione (in latino religio) vi sono, sinteticamente, le seguenti ipotesi: Tesi ciceroniana - dal latino relegĕre composto dal prefisso re- che indica frequenza + legĕre = scegliere ed in senso lato, cercare, guardare con attenzione, avere riguardo, avere cura: Da dove derivi religio è ancora una vexata quæstio anche se un punto fermo può essere posto: questo termine è originario dell'antica lingua latina e non esiste nelle altre lingue coeve una qualche parola che gli corrisponda appieno[15]. Per questo vincolo di pietà siamo stretti e legati a Dio: onde (ossia: dall'essere legati) prese il nome la stessa religione, e non come Cicerone ha interpretato, da. Mi chiedo allora se certo buddismo - quello che non prevede una divinità - possa effettivamente definirsi "religione". Secondo Marco Tullio Cicerone[17], religio deriva direttamente dal verbo latino rĕlĕgo, relegĕre[18] in base all'affermazione di seguito riprodotta: Queste parole di Cicerone costituiscono la prima analisi etimologica e la prima definizione di religio di cui è rimasta prova certa. Etimologia dal latino: profanum composto di pro davanti fanum tempio - quindi, che deve stare fuori dal tempio. di armonia, armonico ]. Eresia: significato del termine. Le affermazioni che avete fatto, se le ho capite, mi sembrano un po' contrastanti con il buddismo che conosco.. mi piacerebbe poterne sapere di più.. La religione è un insieme di credenze, atteggiamenti e riti che legano una persona a ciò che ritiene sacro o soprannaturale. Si noti che io non sono però, allo stato attuale, buddhista. Parimenti in altro passo (ho scritto): "All'unico Dio (siamo) tendenti", (e) aggiungo, "e a Lui solo legando le nostre anime - onde (ossia: dal legare) (la parola) religione è detta ritenuta (derivare)- siamo carenti in ogni superstizione". Sembrerebbe che il termine presepio sia usato maggiormente in ambito religioso, e fu presente nel Vocabolario della Crusca fin dal 1612, con il significato di stalla, mangiatoia. La religione è quell'insieme di credenze, vissuti, riti che coinvolgono l'essere umano, o una comunità, nell'esperienza di ciò che viene considerato sacro, in modo speciale con la divinità, oppure è quell'insieme di contenuti, riti, rappresentazioni che, nell'insieme, entrano a far parte di un determinato cultoreligioso. Nello studio della storia di certo più volte vi è capitato di leggere la parola eresia riguardo argomenti come la chiesa, la religione e le tradizioni. Giusto? A sua volta, Islām deriva dalla radice aslama, congiunzione causale di salima = essere o porsi in uno stato di sicurezza, da cui deriva pure la parola salām = pace. In ogni caso, dai due religo, discende la produzione del sostantivo religio precisando, però, che quest'ultimo deriverebbe da religo, religāre mentre religo, religĕre avrebbe una influenza su religio in ordine a qualche profilo di senso. affine a religāre “ 1 legare”. RÈ- che accenna a frequenza e LÉCERE scegliere, e fig. Probabilmente religio è una astrazione del concetto espresso originariamente da rĕlĕgo[5] dal quale, tramite un normale passaggio di ĕ in ĭ in sillaba interna aperta[5], si producono due verbi latini religo, religāre e religo, religĕre anche se la derivazione di quest'ultimo da rĕlĕgo non è certa e comunque sarebbe indiretta[29]. Parola delle origini mostra Definizione e significato del termine religione Etimologia dal latino conversio, derivato di convèrtere 'rivolgere, dirigere, cambiare, distogliere', composto di con-e vèrtere 'volgere'. Quindi, correggetemi se sbaglio, come lo si pretenda far derivare, il termine religione attiene strettamente al legame tra un credente e il suo dio. AA.VV., Tale significato risale addirittura ad epoca antica essendo già attestato nel, L'uso di tale senso si diffonde in virtù dell'interpretazione etimologica di, L'uso di tale senso è attestato dall'interpretazione etimologica di, Tale significato di può essere inteso sia come religioso che come sacro, ed in quest'ultima accezione sia in ambito, Tale significato può essere inteso sia come cultuale che come sacro, ed in quest'ultima accezione sia in ambito, Tale significato può essere inteso sia come religioso che come superstizioso solo in ambito. AU insieme di credenze, pratiche, atti di culto e sim., che esprimono il riconoscimento da parte degli esseri umani di un principio superiore, spec. I7 invertimento del? Nonostante certe definizioni costellino il nostro panorama spirituale, capita sovente che chi li apprende per la prima volta, o addirittura chi li usa da tempo immemore, non ne abbia carpito la vera essenza. Questo breve articolo nasce allo scopo di fare un po’ di chiarezza sull’origine etimologica di alcuni termini sul cui reale significato regna non poca confusone. 2. Mi chiedevo appunto se come te fanno molti buddisti. Religione . L'attuale ed unica forma del sostantivo femminile variabile italiano religione deriva da religióne, una delle antiche forme dello stesso sostantivo essendo anche attestato l'uso delle seguenti altre forme: religgione, relegióne, relióne, e riligióne[1][2]. Dato empirico, metodo empirico: etimologia e significato del termine. In ambito spirituale, Religio esprime indubitabilmente l'estrema attenzione che la persona, sommamente diligente, è moralmente obbligata a mantenere nell'esercizio cultuale. Significato dei nomi: oltre 3'000 nomi italiani e stranieri in archivio, il più completo e affidabile. La definizione del concetto di religione, come formulata in premessa, non è, quindi, certamente problematica né, tantomeno, realmente controversa. Una delle caratteristiche di ciascuna delle cinque antiche forme nominali, citate in voce, è che il relativo plurale poteva essere sia in -i che in -e con la conseguenza che, nel secondo caso, ciascuna delle dette forme nominali faceva classificare il sostantivo femminile, di cui le dette forme nominali erano espressione, non come variabile ma come invariabile riguardo al numero grammaticale: cfr. Nel linguaggio dei fiori l’orchidea è una delle piante più simboliche e il suo significato è ricco di sfaccettature. Lo … a continuare quanto detto prima... certo il buddhismo non cura, non si interessa del rapporto con la divinità.. preferendo il rapporto con il Tutto. Credenza religiosa, Religione (voce che riconnettesi la promessa, osservare i fatti, adempiere esattamente i propri obblighi; ed anche Promessa di esser leale ; altrim. Se scriv un Tutto, implichi probabilmente un significato religioso, non sarà un Causante, MS una dimensione di divinità immanente. Significato Non religioso; indegno di avvicinarsi al sacro, che ne vìola la santità; inesperto, incompetente. Alcuni ritengono sia la personificazione di Madre Natura. Altri sostengono la derivazione di religio da relinquo. La Teofania (la manifestazione di una divinità), però, non è appannaggio esclusivo del cristianesimo. La prima traduzione è proposta da, Di seguito una traduzione a senso del brano, prodotto in voce, come proposta nel sito, https://it.cathopedia.org/w/index.php?title=Religione_(etimologia)&oldid=560505, Cerca nella Bibbia CEI 1974 (LaParola.net). Non c'è quindi differenza tra la divinità il Buddha e il Guru. Dal punto di vista etimologico il termine prende quindi il significato di amore per la sapienza. Sull'etimologia di religio si confrontano da sempre tre tesi: la ciceroniana, la lattanziana e l'agostiniana. Epifania: etimologia e significato religioso L’Epifania, celebrata dalla Chiesa Cattolica il 6 gennaio, è una delle principali feste religiose dell’anno. Pasqua, significato e tradizione tra paganesimo ed ebraismo Il significato etimologico della Pasqua e le sue radici ebraiche e pagane. Infatti, i detti significati e sensi di religio possono a loro volta essere raggruppati, trasversalmente rispetto ai criteri di ordine morale e\o spirituale, secondo i due macroaspetti definitori del concetto di religione. Questo verbo (ossia: scegliere di nuovo) è composto da.