Si procede ai sensi del comma 1-bis anche nel caso in cui i medici di cui all’articolo 119, comma 2, anche in sede di accertamenti medico-legali diversi da quelli di cui al predetto articolo, accertino la sussistenza, in soggetti già titolari di patente, di patologie incompatibili con l’idoneità alla guida ai sensi della normativa vigente. III, 09-02-2010, n. 330; T.A.R. Fai clic qui per condividere su Twitter (Si apre in una nuova finestra), Fai clic per condividere su Facebook (Si apre in una nuova finestra), FORMULA ESECUTIVA DIGITALE: art. definisce la Revoca della patente di guida: 1.Quando, ai sensi del presente codice, è prevista la revoca della patente di guida, il provvedimento è emesso dal competente ufficio del Dipartimento per i trasporti terrestri, nei casi previsti dall'art. 128 Codice della Strada, il provvedimento di revisione della patente di guida. -OMISSIS-. ringrazierei vivamente a chi mi può aiutare in questo immenso problema che ho , preciso ho 57 anni, Ti suggeriamo la lettura dei seguenti articoli: -Patente scaduta: come rinnovarla? TAR Emilia Romagna, Sezione I, sentenza n. 977/2015, Dopo anni 3 vado in commissione medica per visita pdichiariamo .che appare posituva ma viene sospesa nuovamente poiché ho dolenzia arto Six. Documenti necessari per l'esame di revisione della patente di guida art.128 del C.d.S. secondo il quale, come innanzi accennato, gli uffici competenti del Dipartimento per i trasporti terrestri …possono disporre che siano sottoposti a visita medica presso la commissione medica locale di cui all’art. La successiva idoneità alla guida è valutata dalla commissione medica locale di cui al comma 4 dell’articolo 119, sentito lo specialista dell’unità riabilitativa che ha seguito l’evoluzione clinica del paziente. Il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania (Sezione Quinta), definitivamente pronunciando sul ricorso, come in epigrafe proposto. Il prefetto dispone la revisione con il provvedimento di cui all’articolo 75, comma 4, del decreto del Presidente della Repubblica 9 ottobre 1990, n. 309.2. Massima a cura dell’avv. IV, n. 2430 del 2013). L’istanza va presentata su un apposito modulo  in allegato al quale bisogna unire: una copia del provvedimento di revisione, l’eventuale certificato medico della Commissione Medico Legale (nel caso in cui, oltre all’esame tecnico, è obbligatorio anche quello medico), se richiesto dal provvedimento di revisione, la patente in corso di validità in originale ed in fotocopia e la ricevuta di pagamento del versamento redatto su c./c. Un aiuto per ogni automobilista e motociclista. Veneto, III, 10 aprile 2015 n. 390). Con le modifiche apportate all'art. anche Incidente per distrazione non comporta revoca della patente (TAR Liguria, 144/14) Nota di approfondimento . Si procede ai sensi del comma 1-bis anche nel caso in cui i medici di cui all’articolo 119, comma 2, anche in sede di accertamenti medico-legali diversi da quelli di cui al predetto articolo, accertino la sussistenza, in soggetti già titolari di patente, di patologie incompatibili con l’idoneità alla guida ai sensi della normativa vigente.1-sexies. Nell’articolo 128 del Codice della Strada trovi tutte le cause che comportano il rinnovo della patente… In seguito a tale comunicazione i soggetti di cui al periodo precedente sono tenuti alla revisione della patente di guida. 128, comma 1, del d.lgs. L’art. 128 comma 1 ter c.d.s.) Visto l’atto di costituzione in giudizio di Ministero …. La visita medica, che serve a verificare l’idoneità alla guida dell’automobilista cioè la permanenza dei requisiti fisici e psichici necessari per il rilascio della patente, è obbligatoria in 4 casi: 1) quando il conducente è stato fermato mentre guidava in stato di ebbrezza grave oppure sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, violando così, quanto previsto dagli articoli 186 e 187 del Codice della Strada; 2) quando il conducente, per vari motivi, è rimasto in coma per un periodo superiore alle 48 ore, tenuto presente che i responsabili delle sezioni di terapia intensiva degli ospedali devono comunicare agli uffici provinciali del Dipartimento per i trasporti i casi di coma superiori alle 48 ore. 3) quando il conducente è rimasto coinvolto in un incidente dal quale sono derivate lesioni gravissime a persone; 4) quando il conducente è un minorenne che ha commesso delle infrazioni talmente gravi da comportare la sospensione della patente. in località ….. a seguito di incidente stradale si allontanava senza fornire le proprie generalità e omettendo di prestare soccorso alle persone ferite. ad accogliere il ricorso: "La revisione della patente di guida ex art. 1. Sulla natura cautelare del provvedimento di revisione della patente si è espresso il Consiglio di Stato il quale ha affermato che “Il provvedimento di revisione della patente previsto dall’art. 128 C.D.S. 128 del d.lgs. 119, comma 4, o ad esame di idoneità i titolari di patente di guida qualora sorgano dubbi sulla persistenza nei medesimi dei requisiti fisici e psichici prescritti o dell’idoneità tecnica. 5. n. 285/1992 (c.d.s. La successiva idoneità alla guida è valutata dalla commissione medica locale di cui al comma 4 dell’articolo 119, sentito lo specialista dell’unità riabilitativa che ha seguito l’evoluzione clinica del paziente.1-ter. Peraltro deve aderirsi anche a quell’orientamento giurisprudenziale secondo il quale la revisione della patente di guida non può esser disposta unicamente sulla base dell’accertata violazione delle norme sulla circolazione stradale. 22. Ritenuto che sussistano i presupposti di cui all’art. 4. In tal caso, infatti, il mero richiamo all’infrazione stradale commessa, anche senza considerare l’episodicità della stessa e la responsabilità a carico del conducente, non è di per sé sufficiente, in quanto non esime l’Amministrazione dall’esternare le ragioni che hanno dato luogo al sorgere dei dubbi sulla persistenza dei necessari requisiti psico-fisici.” (T.a.r. Il Collegio non ignora che secondo la giurisprudenza il provvedimento di cui all’articolo 128 del D. Lgs. – COMUNICAZIONE DI AVVIO DEL PROCEDIMENTO – SUSSISTENZA DI OBIETTIVE CIRCOSTANZE DI URGENZA  REVISIONE DELLA PATENTE DI GUIDA – ART. Si tratta di un provvedimento che può essere adottato dalla Motorizzazione o dal Prefetto nei confronti di un automobilista quando sorgono dubbi sulla permanenza dei requisiti fisici o psichici richiesti dalla legge oppure sulla sua idoneità tecnica alla guida. Come sostenuto da ormai costante orientamento giurisprudenziale, è illegittimo il provvedimento con il quale l’Autorità competente dispone, ai sensi dell’art. Deduce al riguardo che il carattere discrezionale del provvedimento di revisione, quanto alla valutazione in ordine alla “persistenza” dei requisiti e della idoneità, avrebbe richiesto l’instaurazione del contraddittorio, al fine di consentire l’acquisizione del maggior numero di elementi non solo in ordine all’ “an” dell’applicazione delle misure, ma anche in ordine a quale, tra le misure alternativamente previste, fosse più opportuno applicare. In altri casi la revisione può essere disposta in quanto il guidatore ha perso tutti i punti della patente in seguito a ripetute infrazioni del codice stradale. Directive 2009/128/EC of the European Parliament and of the Council of 21 October 2009 establishing a framework for Community action to achieve ... se del caso, eliminare il ricorso ai pesticidi. 128 C.d.s. 10.3.1 Infatti il provvedimento di revisione della patente ex art. Il provvedimento di revisione, che è atto vincolato all'azzeramento dei punti della patente, non presuppone l'avvenuta comunicazione delle variazioni di punteggio (Cass. È sempre disposta la revisione della patente di guida di cui al comma 1 quando il conducente minore degli anni diciotto sia autore materiale di una violazione delle disposizioni del presente codice da cui consegue l’applicazione della sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida.1-quinquies. 1-quinquies. Inserisci tutti i dati! Assume inoltre che il fatto contestato, anche nella sua formulazione letterale, risulterebbe erroneo e non corrispondente alle circostanze accertate dal Nucleo Operativo dei Carabinieri dalle quali emergerebbe che il ricorrente, dopo l’incidente, si era fermato ed aveva dialogato con la conducente del veicolo contrario e di seguito, accertatosi che non vi erano persone ferite o bisognevoli di soccorso, dopo aver fornito i dati richiesti e declinato le sue generalità, si era allontanato dal posto. Chiunque circola durante il periodo di sospensione della patente di guida è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 164 ad euro 664 e alla sanzione amministrativa accessoria della revoca della patente di guida di cui all’articolo 219. 1496 DGT/4, conosciuto in data 25 settembre 2017, con cui era stato respinto il ricorso gerarchico proposto in data 29/06/2017 dal ricorrente, avverso il provvedimento n.6710 del 31/05/2017 dell’Ufficio Motorizzazione Civile di ….-sezione di ….- con il quale era stata disposta, nei suo confronti, a norma dell’art.128 del D.L. -OMISSIS-, a seguito dell’incidente stradale avvenuto il 17/03/2017- nonché di tutti gli atti presupposti, preparatori, connessi e consequenziali. Ed invero dalla disamina di tale disposto normativo si evince che nello stesso sono sussumibili diverse fattispecie, alcune delle quali espressione di potere discrezionale, ed altre di potere vincolato. il dubbio che il ricorrente non fosse più in possesso dei necessari requisiti di idoneità tecnica prescritti per il possesso della patente di guida, volti a garantire la sicurezza nella circolazione stradale, così come prescritto dall’art. Revisione della patente di guida: ... ma è possibile fare ricorso per l’azzeramento dei punti patente al Giudice di Pace. In ogni caso censura l’adozione del provvedimento di revisione della patente di guida non preceduta da avviso di avvio del procedimento, non essendo state evidenziate ragioni di particolare urgenza per consentirne l’omissione. PATENTE – REVISIONE AI SENSI DELL’ART. Emilia Romagna – Bologna, I 9 novembre 2015 n. 977); – “E’ illegittimo, per difetto di istruttoria e di motivazione, il provvedimento con il quale il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha disposto nei confronti di un soggetto la revisione della patente di guida, ex art. Il ricorso è stato trattenuto in decisione all’esito dell’udienza pubblica del 24 aprile 2018. Dopo la prova teorica bisogna fare nuovamente l’esame pratico. | © Riproduzione riservata La Legge per Tutti Srl - Sede Legale Via Francesco de Francesco, 1 - 87100 COSENZA | CF/P.IVA 03285950782 | Numero Rea CS-224487 | Capitale Sociale € 70.000 i.v. Il provvedimento con il quale era stata disposta la revisione della patente però, si limitava ad affermare la carenza dei requisiti richiesti dalla legge sulla base del solo fatto di aver causato lo scontro, senza altri elementi utili ad evidenziare le ragioni per le quali il ricorrente avesse inequivocabilmente perduto le indispensabili attitudini di cui sopra. Posta tale qualificazione, il ricorso si rileva fondato, avuto in primo luogo riguardo all’assorbente rilievo dell’omessa comunicazione di avvio del procedimento, che, in quanto verificatasi in relazione ad un provvedimento di carattere discrezionale, si rilevava tanto più pregnante, in quanto il ricorrente – che tra l’altro ha contestato la stessa dinamica dell’incidente ed i presupposti di fatto, deducendo di essersi fermato al momento dell’incidente e di non aver riscontrato lesioni a carico della conducente e dei passeggeri della Fiat Panda – avrebbe potuto dare il proprio apporto in sede procedimentale; con la conseguenza che il provvedimento adottato in assenza di detto apporto risulta affetto da deficit istruttorio e motivazionale, non solo in ordine ai dubbi sulla sussistenza dei requisiti fisici e psichici prescritti o dell’idoneità tecnica, ma anche della stessa ricostruzione fattuale della vicenda. V – sentenza 13 Luglio 2018, n. 4670, REVISIONE DELLA PATENTE DI GUIDA – ART. Ed, infatti, si è affermato che: – “E’ illegittimo il provvedimento con il quale il Ministero dei Trasporti ha disposto nei confronti di un automobilista la revisione della patente di guida ai sensi dell’art. 7. 1.Con atto notificato in data 26 ottobre 2017 e depositato il successivo 9 novembre -OMISSIS-ha impugnato il decreto emesso dal Ministero …. Violazione di legge, e violazione dei principi sul giusto procedimento, in quanto il provvedimento, non è stato preceduto dalla comunicazione di avvio del procedimento, ai sensi degli artt.7 e 8 ex legge n.241/1990, non sussistendo ragioni di particolare urgenza per consentirne l’omissione. 1496 DGT/4, conosciuto in data 25 SETTEMBRE 2017, con cui è stato respinto il ricorso gerarchico proposto in data 29/06/2017 dal sig. L’app Tiassisto24 migliora la gestione di tutti i veicoli della famiglia. v – sentenza 13 luglio 2018, n. 4670 revisione della patente di guida – art. 128 C.D.S. La revisione della patente è disposta anche nei confronti del conducente che dopo la notifica della prima violazione, che ha comportato la perdita di almeno 5 punti, ha commesso altre due violazioni non contestuali, ossia non commesse nello stesso momento, nell’arco dei 12 mesi a partire dalla data della prima violazione, che hanno comportato ciascuna la decurtazione di 5 punti dalla patente. I, 23-03-2018, n. 734). La pronuncia in esame ha avuto origina dal fatto che Giustina Domiziano ha proposto ricorso al Tar per la Toscana al fine di ottenere l’annullamento del provvedimento dell’Ufficio della Motorizzazione Civile di Livorno prot. B nr. 128. 3, comma 3, della legge n. 241 del 1990. cfr. | Codice Univoco: M5UXCR1 | IBAN: IT 07 G 02008 16202 000102945845 - Swift UNCRITM1590. 8.1 Peraltro dalla disamina della motivazione dei provvedimenti gravati e del rapporto n. 29/18/1 del 17/04/2017 del Comando Stazione Carabinieri di …., cui gli stessi rinviano, non residuano dubbi che in concreto sia stato esercitato il potere discrezionale di cui all’art. Nei confronti del titolare della patente che in sede di revisione, non si è sottoposto alla visita medica obbligatoria, nei termini prescritti, è sempre disposta la sospensione della patente di guida fino al superamento degli accertamenti stessi con esito favorevole. I responsabili delle unità di terapia intensiva o di neurochirurgia sono obbligati a dare comunicazione dei casi di coma di durata superiore a 48 ore agli uffici provinciali del Dipartimento per i trasporti, la navigazione ed i sistemi informativi e statistici. 128 co. 1 del C.D.S., in quanto espressione del potere discrezionale dell’amministrazione procedente, deve essere preceduto, di regola, dalla comunicazione di avvio del procedimento a tutela delle garanzie partecipative che la legge attribuisce al destinatario dell’atto. Compensa le spese di lite fra le parti, con l’eccezione del contributo unificato che segue la soccombenza e va pertanto posto a carico della resistente amministrazione. V, 13/04/2018, n. 2447) – lo stesso risulta sprovvisto di idonea motivazione, limitandosi a richiamare la violazione dei richiamati obblighi prescritti dal c.d.s. 128, I comma, del Codice della Strada, in quanto espressione del potere discrezionale dell’amministrazione procedente, deve essere preceduto, di regola, dalla comunicazione di avvio del procedimento al destinatario dell’atto salvo i casi in cui sussistono obiettive ragioni di tale gravità ed urgenza da non richiedere l’apporto cooperativo del destinatario delle misure. Infatti il provvedimento impugnato si limiterebbe ad affermare: “che il giorno 17/03/2017 in località …., a seguito di incidente stradale, si allontanava senza fornire le proprie generalità e omettendo di prestare soccorso alle persone ferite”. 128 C.D.S. La ragione di tale scelta era stata l’omissione della preventiva comunicazione di avvio del procedimento, atteso che si trattava, da un lato, di un provvedimento discrezionale di revisione della patente di guida ai sensi dell’art. 10.2. 128, I comma, del Codice della Strada) – Permanenza dell’idoneità tecnica alla guida – Provvedimento di natura cautelare e non sanzionatoria- Difetto di adeguata motivazione – Accoglimento del ricorso. 189 commi 1, 6 e 189 c. 1 s 7 del Codice della Strada, sulla base del rilievo che il ricorrente si fosse allontanato dal luogo del sinistro con danni alle persone senza fornire le proprie generalità ed omettendo di prestare soccorso alle persone rimaste ferite. 30 giugno 2003 n. 196, a tutela dei diritti o della dignità della parte interessata, manda alla Segreteria di procedere all’oscuramento delle generalità nonché di qualsiasi altro dato idoneo ad identificare parte ricorrente. 9001 di € 16,20 (in distribuzione presso gli Uffici dell’Ufficio della Motorizzazione Civile e gli Uffici Postali). 128, ... nell'attivazione del procedimento di revisione della patente di guida ex art. proc. Deve quindi, rifare sia l’esame teorico sia quello pratico per verificare se sia ancora idoneo o meno alla guida. Il ricorrente contesta in primo luogo il difetto di motivazione del gravato provvedimento impositivo della revisione, contenente l’indicazione del tutto generica e non circostanziata di una presupposta “comunicazione”: “il giorno 17\03\2017 in località … a seguito di incidente stradale si allontanava senza fornire le proprie generalità e omettendo di prestare soccorso alle persone ferite” riportata dai Carabinieri all’ufficio provinciale in data 17 aprile 2017, sulla base del rilievo che la predetta segnalazione e, più ancora, le (ipotizzate) specifiche risultanze fattuali di tale “comunicazione di notizia di reato”, non risultavano precisate o comunque rese disponibili all’interessato, come invece prescritto dall’art. 1-bis. Revisione della patente di guida1. modello ricorso giudice di pace revisione patente. 30 aprile 1992, n. 285 (Nuovo Codice della strada) si caratterizza come un’attribuzione sommaria di responsabilità che ha un carattere anticipatorio e quindi una funzione latamente cautelare, ma non al punto da caratterizzarsi per l’immediatezza e la celerità dei provvedimenti d’urgenza in senso stretto, non essendo cioè insite automaticamente nella previsione normativa quelle particolari esigenze di celerità che giustificano in ogni caso l’omissione della comunicazione di avvio del procedimento.