Vediamo alcuni effetti potenti dello Spirito Santo nel credente: Una nuova vita d’adorazione. Ritornarono in Gerusalemme, salirono nella stanza alta e “tutti costoro perseverarono di pari consentimento nella preghiera” (Atti 1:13,14). Come furono preparati i discepoli per la discesa dello Spirito Santo? Anche se è giusto spiegare il battesimo nello Spirito in riferimento al battesimo, è altrettanto vero che esso fa rivivere anche la prima comunione, la cresima, l'ordinazione sacerdotale o episcopale, la professione religiosa, il matrimonio. La luce della candela 5. Il battesimo nello Spirito Santo è un dono che Dio da ai credenti per potenziare e rafforzare, nonché rendere incisiva la loro testimonianza nel mondo. I discepoli che erano a Gerusalemme inviarono loro Pietro e Giovanni i quali pregarono per loro, imposero loro le mani, ed “essi ricevettero lo Spirito Santo” (v.17). Per prima cosa voglio dirvi che NON ESISTE NESSUN battesimo “”NELLO Spirito santo””, ma semmai è scritto “”CON LO Spirito santo””, e questo perché ogni parola è importante, perché può distinguere una esperienza dall’altra, infatti le SCRITTURE parlano di SEI battesimi diversi. In appresso, le folle venute da vicino e da lontano si raccolsero nel deserto per ascoltare la sua predicazione e molti, convinti dei loro peccati, fecero pubblica confessione di conversione per servire il Signore, sottomettendosi ad una immersione temporanea nel fiume. Credere che il segno iniziale del battesimo nello Spirito Santo sia il parlare in altre lingue (glossolalia), "secondo che lo Spirito di Dio dà d'esprimersi", è anche questo conforme all'insegnamento del Nuovo Testamento. Anche la preghiera è messa in rapporto stretto, nel Nuovo Testamento, con la effusione dello Spirito Santo. Per saperne di più su come utilizziamo i tuoi dati, consulta la nostra Informativa sulla privacy e la nostra Informativa sui cookie. Noi e i nostri partner memorizzeremo e/o accederemo ai dati sul tuo dispositivo attraverso l'uso di cookie e tecnologie simili, per mostrare annunci e contenuti personalizzati, per la misurazione di annunci e contenuti, per l'analisi dei segmenti di pubblico e per lo sviluppo dei prodotti. Con il battesimo nello Spirito Santo il credente riceve l’aiuto necessario per pregare e adorare Dio “come si conviene”: “Parimente ancora, lo Spirito sovviene alla nostra debolezza; perché noi non sappiamo pregare come si conviene; ma lo Spirito intercede Egli stesso per noi con sospiri ineffabili; e Colui che investiga i cuori conosce qual sia il sentimento dello Spirito, perché esso intercede per i santi secondo Iddio” (Romani 8:26-27). Qual è la prova biblica che il parlare in altre lingue è l’evidenza del battesimo nello Spirito Santo? Come la salvezza, anche il "battesimo nello Spirito Santo" è un lascito gratuito testamentario di Gesù Cristo. Era necessario che questo fatto fosse accompagnato da segni divini che provassero, in verità, che ciò procedeva da Dio e non dall’uomo. Essere pieni di qualcosa, significa esserne controllati e influenzati (Luca 6:11; Atti 5:17). La scena è descritta in Atti 2: “Di subito si fece dal cielo un suono come di vento impetuoso che soffia e apparvero loro delle lingue come di fuoco che si dividevano, e se ne posò una su ciascuno di loro”. Infatti: a. IL SACRAMENTO DEL BATTESIMO. Una potente effusione dello Spirito Santo è necessità vitale per la Chiesa e per il credente. Gesù disse: “Io pregherò il Padre, ed Egli vi darà un altro Consolatore, perché stia con voi per sempre, lo Spirito della verità” (Giovanni 14:16,17). Chi, meglio di Lui potrà guidarci a comprendere il pensiero divino? Dio vuole che il credente mantenga sempre la pienezza e sottomissione al controllo dello Spirito Santo: “Siate ripieni dello Spirito” (Efesini 5:18). Sebbene la Bibbia non dice che in quell’occasione Paolo parlò in altre lingue, più tardi, egli stesso affermerà: “io ringrazio Dio che parlo in altre lingue più di tutti voi” (1 Cor.14:18). Tutto questo, ha il solo scopo di spingere alla ricerca e alla conoscenza personale del Signore Gesù Cristo, realizzando l'opera Sua nella propria vita. come distinti passi di fede del credente, tanto è vero che ne è rimasta traccia cristallizzata nella “cresima” o “confermazione” che, sia nella chiesa cattolica romana che in altre chiese storiche, è riconosciuta come il momento quando il fedele riceve lo Spirito Santo. “Nel nome del Padre, del Figlio e. dello Spirito Santo” Nel giorno del mio Battesimo mi Il sacerdote ha fatto un segno sulla mia fronte: il ha accolto una Grande Famiglia: segno di croce. Il crisma 3. 47 Quando Cristo risale dall'acqua del suo battesimo, lo Spirito Santo, sotto forma di colomba, scende su di lui e in lui rimane. “Cullarsi” del fatto che esso non sia indispensabile alla salvezza dell’anima, è spesso l’errore che priva i credenti di questo speciale dono che Dio vuole dare a tutti i Suoi figli (Atti 2:39). Il battesimo nello Spirito Santo è un'esperienza autentica ed indiscutibile per quanti sono nati di nuovo in Cristo Gesù. Questo tipo di errore non è intenzionale né malizioso, ma è il risultato di uno zelo eccessivo e deve essere temperato (non soffocato) con la guida e l’insegnamento della Parola di Dio. Ciò ci fa comprendere che quest’esperienza è interiore, profonda e spirituale. Kilian McDonnell, George T. Montague, Iniziazione cristiana e battesimo nello Spirito Santo, EDB, 1993, ISBN 8839604995. Lo Spirito Santo che noi riceviamo è lo Spirito di Dio che ha ispirato gli autori della scrittura (2 Samuele 23:2; 2 Timoteo 3:16,17). I discepoli, ricevuta la potenza dall’alto, furono testimoni efficaci in Gerusalemme ed in tutto il mondo. Tutto questo avvenne unicamente per la potenza dello Spirito Santo. Nel suo discorso privato ai discepoli in Giovanni, capitolo 14,15 e 16, sono presenti chiari riferimenti allo Spirito Santo: come Egli avrebbe preso il posto di Gesù, come avrebbe guidato la Chiesa in ogni verità. Come farò a sapere di aver ricevuto il battesimo nello Spirito Santo? I credenti battezzati, quindi particolarmente guidati dallo Spirito Santo (Giovanni 16:13), scopriranno le “perle” in essa contenute e saranno perseveranti nel meditarla: “Ed erano perseveranti nell'attendere all'insegnamento degli apostoli” (Atti 2:42). Lo scopo e i benefici Nel 1901, a Topeka, in Kansas, una piccola ragazza di una scuola biblica stava pregando chiedendo POTENZA DALL' ALTO quando un "diluvio" di benedizione si riversò su di lei. Voglia il Signore fare della nostra comunità una comunità così. il Battesimo nello Spirito Santo è un'"effusione di Spirito Santo che ci permette di scoprire quale dono (o doni) ci sono stati dati al momento del SACRAMENTO del Battesimo perchè devi sapere che al momento del Sacramento del Battesimo , a tutti vengono dati dei doni,ma è come se fossero tante scatole chiuse, che noi non abbiamo ancora aperte e per … In particolare vale la pena esaminare alcuni elementi simbolici: 1. Centinaia di milioni di credenti ne sono stati e ne sono protagonisti e testimoni. Il fatto stesso che Paolo chiede ai credenti di Efeso: “riceveste lo Spirito Santo quando credeste?” (Atti 19:2), dimostra che questa esperienza è talmente ben definita che chi l’ha fatta lo sa. Yahoo fa parte del gruppo Verizon Media. Ricordati, che lo Spirito Santo glorifica Dio pregando nella nuova lingua (ATTI 2:11), pregando secondo la Sua volontà (ROM 8:26-27), glorificando e rivelando Gesù ai credenti (GIOV 16:14). La Chiesa della Pentecoste era ricca dei doni dello Spirito Santo. Il battesimo nello Spirito Santo sortisce effetti salutari in ogni aspetto della vita del credente. Si sentirono forse abbattuti, smarriti, abbandonati? Bibliografia. 2. No, essi Lo amavano ed avevano cieca fiducia nelle Sue promesse. “Se viviamo per lo Spirito, camminiamo altresì per lo Spirito” (Galati 5:25), cioè, ricevendo vita spirituale offriamo e consacriamo di più noi stessi per essere condotti dallo Spirito Santo e usati per la Sua gloria. Credere che l’evidenza iniziale del battesimo nello Spirito Santo è il parlare in altre lingue, è la dottrina che contraddistingue i cristiani di denominazione pentecostale. Era indispensabile perciò che Gesù ascendesse al Padre, perchè così avrebbe potuto inviare lo Spirito Santo (Giovanni 7:37-39). Il battesimo non consiste nella glossolalia, questa è il segno, l’evidenza. I credenti che avevano atteso nel cenacolo, ricevettero ciò che Gesù aveva promesso; quella fu un’esperienza che trasformò la loro vita. Fu la venuta dello Spirito Santo a dare loro potenza per essere testimoni non solo con le parole, ma con segni, prodigi e guarigioni miracolose, seguendo così l’esempio e il comando di Gesù (Giov. Atti 1:8 con 19:6). Abbiamo la promessa: “E avverrà negli ultimi giorni, dice Iddio, che Io spanderò del mio Spirito sopra ogni carne; e i vostri figliuoli e le vostre figliuole profeteranno, e i vostri giovani vedranno delle visioni, e i vostri vecchi sogneranno dei sogni” (Atti 2:17), facciamola nostra! L’evangelizzare Atti 1:8. Normalmente il linguaggio che parleranno non sarà comprensibile dagli altri. a. Il giorno della Pentecoste ogni credente che si trovava nell’alto solaio fu ripieno dello Spirito Santo e parlò in altre lingue (Atti 2:1-4). È imma-gine del fonte battesimale il “costato di Cristo” dal quale uscì sangue ed acqua (Gv 19,34): la lancia nel suo costato allontana la spada angelica che serrava le porte del paradiso perduto. IL BATTESIMO NELLO SPIRITO SANTO. Molti cristiani leggono poco e senza esultanza la Parola di Dio, senza goderne i benefici, perché la comprendono poco o non la comprendono affatto. (a cura di) Pietro Bolognesi, Leonardo De Chirico, Andrea Ferrari, Dizionario di teologia evangelica, … Il battesimo nello Spirito Santo è “un’immersione”nello Spirito Santo (elemento) in cui Gesù (Ministro) è colui che battezza il credente (candidato) – (Matteo 3:11). – battesimo nello Spirito Santo. Come farò a sapere di aver ricevuto il battesimo nello Spirito Santo? I carismi devono essere desiderati e cercati (1 Cor.12:31; 14:1) per l’edificazione comune (1 Cor.12:7; 14:12), per spronare i non credenti che sono presenti nell’assemblea (1 Cor.14:25). Gli apostoli non erano affatto soddisfatti che i Samaritani avessero ricevuto la Parola di Dio, perché lo Spirito Santo non era ancora sceso su alcuno di loro (Atti 8:14-16). Senza liturgia, il cristianesimo “è senza Cristo”, intimistico, perché i riti liturgici, la Sacra Scrittura e i sacramenti sono “mediazioni concrete” per arrivare all’incontro con il Signore, “presente nello Spirito Santo attraverso i segni sacramentali”. Alla sua nascita, il padre ebbe la rivelazione che il fanciullo sarebbe stato l’adempimento delle profezie date attraverso i secoli (Isaia 40:3; Malachia 3:1-4-6; Luca 1:76). In ogni episodio, narrato nel libro degli Atti, dove persone furono battezzate nello Spirito Santo, è detto, o chiaramente sottinteso, che coloro che facevano quest’esperienza parlavano in altre lingue. In sintesi tutte le grazie e i carismi ricevuti nella nostra vita vengono rivitalizzati e rinnovati. Gesù rivelò ai Suoi discepoli la venuta dello Spirito Santo (Luca 24:49). “E, dopo questo, avverrà che io spanderò il mio Spirito sopra ogni carne”, “Ravvedetevi e ciascuno di voi sia battezzato nel nome di Gesù Cristo, per il perdono dei vostri peccati, e voi riceverete il dono dello Spirito Santo. Quindi il battesimo nello Spirito Santo è caratterizzato da quello che è chiamato “il segno iniziale”, costituito dal parlare miracoloso in una lingua che colui che parla non ha mai studiato. A Pentecoste. 1. Il battesimo nello Spirito In Giovanni 2,23-3,21 c’è l’incontro notturno con Nicodemo. Un fatto simile viene riportato un po’ più lontano , al capitolo 19 : dodici uomini di Efeso ricevettero lo Spirito Santo per l’imposizione delle mani dell’apostolo Paolo , e viene detto che essi parlarono in lingue (Atti 10:46 ) . Del battesimo di Gesù si dice che: mentre stava in preghiera, il cielo si aprì e scese su di lui lo Spirito Santo (Lc 3,21-22), Fu la preghiera di Gesù, si direbbe, a far aprire i cieli e a far scendere su di lui lo Spirito Santo. L’olio dei catecumeni 4. Si, questo dono di Dio è a disposizione di tutti quelli che lo accettano: “E, dopo questo, avverrà che io spanderò il mio Spirito sopra ogni carne” (Gioele 2:28). è la Chiesa, la famiglia dei Figli Il segno di croce è il sigillo di noi Cristiani, il segno di Dio dove tutti sono fratelli. Il messaggio di Giovanni Battista era questo: “io vi battezzo con acqua, in vista del ravvedimento; ma colui che viene dietro a me è più forte di me, e io non son degno di portarGli i calzari; Egli vi battezzerà con lo Spirito Santo e col fuoco” (Matteo 3:11; Marco 1:8; Luca 3:16; Giovanni 1:33). Pietro esponendo alla chiesa di Gerusalemme quello che era avvenuto disse: “Lo Spirito Santo scese su loro, com’era sceso su noi da principio” ( Atti 11:15). Perché per voi è la promessa, per i vostri figli, e per tutti quelli che sono lontani, per quanti il Signore, nostro Dio, ne chiamerà” (Atti 2:38,39). Il nostro Signore stesso (poco prima di ascendere al cielo) fece della profezia del battista il suo messaggio d’addio ai discepoli, ordinando loro di attendere la “promessa del Padre”, perché, egli disse, “Giovanni battezzò sì con acqua, ma voi sarete battezzati con lo Spirito Santo fra non molti giorni” (Atti 1:4-5). d. I Gentili della casa di Cornelio a Cesarea furono salvati e battezzati nello Spirito Santo. Queste lingue che possono essere angeliche o umane (1 Corinzi 13:1) sono un segno dal greco “semeia”, un segnale, una prova (1 Corinzi 14:21,22). IL BATTESIMO DELLO SPIRITO SANTO. Quando Pietro predicò alle migliaia di giudei accorsi nel luogo dove i 120 erano stati così riempiti, egli disse: “Ravvedetevi e ciascuno di voi sia battezzato nel nome di Gesù Cristo, per il perdono dei vostri peccati, e voi riceverete il dono dello Spirito Santo. Risposta: Il battesimo dello Spirito Santo potrebbe essere definito come quell’opera mediante cui lo Spirito di Dio mette il credente in unione con Cristo e in unione con gli altri credenti nel Corpo di Cristo al momento della salvezza. Controllati e influenzati, da Lui, potremo manifestare ottime caratteristiche spirituali e quelle qualità morali che appartengono a Dio. La promessa del Padre non venne meno, le profezie ispirate dallo Spirito Santo, nell’Antico Testamento, ebbero il loro adempimento. Come furono preparati i discepoli per la discesa dello Spirito Santo? Nell’Antico Testamento vi sono altre profezie del battesimo nello Spirito Santo. Quindi, lo Spirito Santo viene per dimorare in noi, ed allora il Battesimo nello Spirito Santo non è un evento passeggero, ma l’inizio di una lunga esperienza, l’inizio di un periodo di grande sviluppo spirituale. Ma se è vero che il fuoco dello Spirito Santo non è più acceso nella Chiesa come nel tempo apostolico, guai a commettere l’errore di credere di poterlo rimpiazzare con le risorse dell’intelligenza umana, o con artefici (fuoco estraneo), scegliendo delle facili scorciatoie, come troppo spesso oggi avviene. Ciononostante vediamo che tra coloro che si vantano del loro battesimo nello Spirito Santo ci sono molte divisioni e lotte. I versi che seguono ci dicono chiaramente che il battesimo nello Spirito Santo deve essere ricevuto al presente, da tutti i figli di Dio: (Atti 2:33; Galati 3:2-14; Atti 8:15-17; 10:47). Egli aveva loro date le sue ultime istruzioni, ed ora essi Lo contemplavano... ma le nuvole vennero ed essi non Lo videro più. Da quel luogo essi andarono ovunque come torce ardenti per divulgare l’Evangelo. Uomini umili, senza istruzione, poveri, semplici, furono gli strumenti attraverso i quali la predicazione dell’evangelo si sparse fino all’estremità dell’Impero Romano. Attesero 10 giorni un’esperienza sconosciuta, ma nel giorno della Pentecoste seppero che lo Spirito di Dio era venuto su loro con la Sua potenza. E’ un’esperienza indispensabile per l’efficacia della testimonianza cristiana nel mondo (Atti 2:4), ma è anche la porta che ci permette di accedere ai carismi dello Spirito Santo (1 Corinzi 12:11) e ad un “completo” sevizio cristiano. Le profezie dell’Antico Testamento erano quelle a cui Gesù si rifece quando parlò della promessa del Padre (Luca 24:49). “Ma voi riceverete potenza quando lo Spirito Santo verrà su voi, e mi sarete testimoni e in Gerusalemme, e in tutta la Giudea e Samaria, e fino all’estremità della terra” (Atti 1:8). Una Chiesa ripiena dello Spirito Santo è “una Chiesa biblica”, una Chiesa che è profondamente desiderosa di conformare la sua dottrina e la sua condotta all’insegnamento perfetto delle scritture! Se i segni della presenza dello Spirito di Dio nella Chiesa fossero stati soltanto lo studio, la comunione e l’adorazione, questa sarebbe stata una comunità chiusa in se stessa, ma “Dio vuole che tutti gli uomini siano salvati e vengano alla conoscenza della verità” (1 Timoteo 2:4). I Vangeli narrano come Dio preparò il Suo popolo per la venuta dello Spirito Santo. Il battesimo del credente nello Spirito Santo è testimoniato dal segno fisico iniziale del parlare in altre lingue secondo che lo Spirito di Dio da’ d’esprimersi (Atti 2:4). Il Nuovo Testamento rivela che il battesimo nello Spirito Santo è una esperienza definita, personale, di cui è cosciente sia chi la riceve che chi è presente alla sua manifestazione. Non furono più gli stessi. Raffiguriamoci il gruppo di coloro che seguirono il nostro Signore sul Monte degli Olivi, 40 giorni dopo la sua Resurrezione. Quanti cristiani si trovano oggi nelle stesse condizioni! E’ logico credere che Paolo cominciò parlare in altre lingue quando fu per la prima volta ripieno dello Spirito Santo. Presto al mattino, la promessa si adempì. Una comunità che non gode dei grandi benefici dell’evangelo, non soddisfa. Pietro disse: “Gesù... avendo ricevuto dal Padre lo Spirito Santo promesso, ha sparso quello che ora vedete e udite”. Alessandro Di Bussolo – Città del Vaticano. 4. Giovanni Paolo II, Catechismo della Chiesa cattolica, Città del Vaticano, Libreria editrice vaticana, 1992, ISBN 88-209-1888-9. Il giorno della Pentecoste, i Circa 120 credenti che attendevano, furono ripieni dello Spirito Santo. (Giovanni 16:13) Lui ci guiderà a tutta la verità. Lo Spirito Santo, ancora oggi, fornisce la forza di testimoniare e vivere una vita vittoriosa in Cristo. Lo Spirito Santo dà queste manifestazioni a chi vuole, fra coloro che sono stati rigenerati e battezzati nello Spirito Santo “… e, avendo Paolo imposto loro le mani, lo Spirito Santo scese su di loro ed essi parlavano in lingue e profetizzavano” (confr. Il Battesimo, come tutti i Sacramenti, prevede l’utilizzo di elementi materiali, di parole e canti, di gesti simbolici e segni non verbali che, tutti insieme, danno vita a questa celebrazione preziosa e imprescindibile nella vita di un cristiano. 5. Quello fu un giorno memorabile, negli annali della Chiesa. Al capitolo 10, verso 45, il Battesimo dello Spirito Santo viene dato a Cornelio e a quelli della sua casa. Mi domando se è perché sono pieni di altri spiriti? b. “Tutti furono riempiti di Spirito Santo e comincia­rono a … Iddio ci ispiri a gridare per un risveglio, un risveglio genuino, un risveglio autentico, un risveglio dello Spirito Santo, un risveglio che ci riporti ai tempi della prima Pentecoste! Del battesimo di Gesù si dice che: mentre stava in preghiera, il cielo si aprì e scese su di lui lo Spirito Santo (Lc 3,21-22), Fu la preghiera di Gesù, si direbbe, a far aprire i cieli e a far scendere su di lui lo Spirito Santo. Ora che si è compreso che lo Spirito Santo è lo Spirito di Cristo e si riceve con Cristo, si può capire perché il battesimo dello Spirito, come viene insegnato nella Bibbia, avviene nel momento della salvezza: "Infatti noi tutti abbiamo ricevuto il battesimo di un unico Spirito per …