“La mia esperienza come studente disabile all’Università degli studi di Milano nel complesso posso definirla positiva“. Il primo, fondamentale diritto da citare è proprio il diritto allo studio. Facebook. n.callMethod ? “I servizi e l’assistenza da parte dell’ufficio disabili sono adeguati alle richieste – spiega – ma non tutti i luoghi e le aule dell’ateneo sono accessibili”. Per questo, I diritti degli studenti della scuola superiore può essere considerato con ragione un tassello basilare verso un'importante presa di coscienza da parte dei giovani, unici veri protagonisti dell’ambiente-scuola: insieme a un elenco di doveri da assolvere, esiste anche tutta una serie di diritti … “Rappresenta un punto di aggregazione degli studenti che non è mai stata adeguata a noi disabili. Non solo per le donne. Gli studenti hanno il diritto di andare in bagno in ogni momento.. cosa fare se c’è un regolamento di Istituto che lo proibisce! Non c’è alcun aiuto per prendere appunti, anche se molti professori sono disponibili a fornire le slide delle loro lezioni”. Oltre a lui, anche altri quattro studenti con disabilità hanno raccontato la loro esperienza diretta, tra chi ad andare al bagno proprio ci rinuncia e torna a casa, chi dopo le ore 15 rimane senza un trasporto “mentre spesso le lezioni finiscono alle 18”, chi devo scrivere da solo durante gli esami e ha giusto un assistente “che mi gira le pagine” e chi non può neanche accedere alla mensa per mangiare con i colleghi. n.push = n; fbq('consent', 'revoke'); La nuova edizione del libro, scritto da Alex Menietti e Elena Lauretti. Gli studenti hanno: a. il “diritto allo studio” e a partecipare alla vita scolastica; b. diritto ad essere rispettati come persone e alla tutela della propria privacy; c. diritto di votare gli organi rappresentativi che li riguardano e di esprimere Faccio tanta fatica a farlo da solo. return; t.async = !0; Andare in bagno : si può sempre, basta chiedere! } }; } else { Mattia Abbate, ragazzo con distrofia di Duchenne, si è da poco laureato in Storia. var loadAsyncFB = function(){ Così, troviamo che lo studente minorenne tra i 6 ed i 16 anni ha il diritto all’istruzione per almeno 10 anni , in modo da poter conseguire un titolo di studio di scuola secondaria superiore o una qualifica professionale almeno triennale prima di arrivare alla maggiore età . } else { C’è però un grosso problema per Ilaria: “La mancanza del servizio di accompagnamento al bagno che mi impedisce di stare per molte ore all’università da sola”. fbq('init', '849436161755080'); Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi Didattica a distanza e diritti degli studenti • Proporre una lettura in chiave critica dei dati ufficiali provenienti da fonti accreditate (Istituto su-periore di sanità, Protezione civile, ecc.) Dall’altra garantire il diritto allo studio, con attrezzature tecniche, forme individuali o collettive di ausilio tecnico-funzionale, specifico materiale didattico e personale di sostegno. Ecco il testo dello "Statuto degli studenti" approvato in via definitiva oggi dal Consiglio dei ministri Art.1 (Vita della comunità scolastica) 1. Il sistema universitario ha sostanzialmente due problemi. Le cose non dovrebbero funzionare così. “E anche se avessi qualcuno che mi accompagnasse – precisa – non potrei andare al bagno comunque perché manca un sollevatore“. Grazie all’aiuto del suo educatore. fondamentale per il nostro lavoro. Salve scuola zoo arrivo dritto al punto:Il nostro nuovo regolamento d’istituto(creato dal mio punto di vista in una crisi di follia da parte della nostra alquanto squilibrata preside)prevede che non si possa andare in bagno più di 3 persone a giornata. La Corte Suprema USA lascia agli studenti trans la libertà di scegliere quale bagno usare. Carissimo! Il “Regolamento dei diritti e dei doveri degli studenti e delle sanzioni disciplinari / Patto Educativo di Corresponsabilità” tra scuola e famiglie segnala e sottolinea la necessità di una forte alleanza educativa tra le due istituzioni sociali a cui è affidato il delicatissimo compito di istruire e formare le giovani generazioni. Tra le tante, “la possibilità di fare richiesta di un pulmino, oppure un assistente nel caso di un esame scritto o durante i pasti nella mensa universitaria”. Ma la pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre ricavi limitati. Ma il vero problema Alberto, con atrofia muscolare spinale, lo affronta ogni volta che deve sostenere un esame scritto. Gli studenti raccontano di disservizi e criticità presenti anche in altri atenei milanesi e non. DaD e diritti degli alunni, i consigli del MI per il docente. DIRITTI DEGLI STUDENTI. Mohammed Baidi è un italo-marocchino iscritto al corso di Economia e Gestione aziendale dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Peter Gomez, Gentile lettore, la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 72 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e ogni utente può postare al massimo 150 commenti alla settimana. “Alla Cattolica il servizio trasporti termina alle 15, le lezioni finiscono almeno 3 ore dopo” Più avanti, l’articolo 34 sancisce in modo inequivocabile che «la scuola è aperta a tutti. “Alla Statale servizi e assistenza adeguati, ma mensa e alcune aule ancora inaccessibili” “Chi come me – continua Momo che vive su una carrozzina elettrica e ha una patologia neuromuscolare – non ha i genitori che possono venire a prendermi in università, è costretto a tornare a casa da solo”. Cinque studenti raccontano la loro esperienza diretta a Ilfattoquotidiano.it. 2, comma 4) Lo studente ha diritto alla partecipazione attiva e responsabile alla vita della scuola. Di. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. 2. console.log('FB revoked'); SOS inviatoci da Gianni: Salve scuola zoo arrivo dritto al punto:Il nostro nuovo regolamento d’istituto(creato dal mio punto di vista in una crisi di follia da parte della nostra alquanto squilibrata preside)prevede che non si possa andare in bagno … È garantito dalla Costituzioneitaliana in diversi passaggi. fbq('track', 'PageView'); Se supero il limite di assenze sono bocciato automaticamente? Diventa utente sostenitore! Grazie “Poi – aggiunge il ragazzo che aspira a diventare un avvocato – ci tengo a precisare che ci sono anche aspetti positivi che mi rendono le cose meno complicate, come l’attenzione dei docenti e la loro grande disponibilità a venire incontro alle mie esigenze, soprattutto durante le prove di esame. f._fbq = n; Alessandro Giuliani - 30/07/2008. Assolutamente si, tu e i tuoi compagni avete il diritto di andare ai servizi ogniqualvolta ne abbiate bisogno e soprattutto avete il diritto di portare all’ attenzione della Presidenza l’ evidente scorrettezza e illegalità della articolo del regolamento che impone questo limite di massimo tre persone al giorno. Momo (così lo chiamano i suoi amici) precisa subito che la sua “lotta per rendere accessibile l’ateneo non la sto facendo solo per me, uno dei pochi musulmani praticanti iscritti alla Cattolica” dice sorridendo, ma è per tutti gli studenti disabili. “I ragazzi della segreteria mi conoscono bene perché spesso vado da loro per aggiornarli sui vari disservizi. Ilaria è affetta da atrofia muscolare spinale e ha bisogno di un’assistente personale: senza le sarebbe impossibile anche solo scendere dal letto, C’è però un grosso problema per Ilaria: “La mancanza del servizio di, E anche se avessi qualcuno che mi accompagnasse – precisa – non potrei andare al bagno comunque perché manca un, . ( l’ articolo riguarda il diritto alla salute, e per interpretazione estensiva potete richiamarlo) e con lo Statuto degli Studenti che  all’ art 3 co6 sancisce il vostro dovere di avere cura della vostra persona fisica e psicologica, della vostra igiene personale e del vostro abbigliamento. Ma “questo non è possibile perché nessuno può restare con me in queste strutture se non è un iscritto alla Bocconi”, spiega il ragazzo. Pochi assistenti personali per seguire le lezioni all’università o aiutare a sostenere gli esami scritti, mancanza nelle aule di banchi accessibili per le carrozzine, servizi di trasporto quasi inesistenti, oltre alle enormi difficoltà per andare al bagno e alla carenza di materiale didattico da fornire a quei ragazzi che non possono prendere appunti. Con l’emanazione della legge di quasi un ventennio fa, l’impegno degli atenei nei confronti degli studenti disabili si è indirizzato non solo nella direzione dell’abbattimento delle barriere architettoniche ma anche nel riconoscimento di particolari agevolazioni contributive a beneficio delle famiglie. Per questo chiedo un affiancamento diretto e quotidiano per tutti i ragazzi con gravi disabilità, nel, – aggiunge il ragazzo che aspira a diventare un avvocato – c, è un italo-marocchino iscritto al corso di Economia e Gestione aziendale, (così lo chiamano i suoi amici) precisa subito che la sua “lotta per rendere, mi conoscono bene perché spesso vado da loro per aggiornarli sui vari disservizi. 7 - Rappresentanti degli studenti … LA PARTECIPAZIONE DEGLI STUDENTI DALLO STATUTO DEGLI STUDENTI (Art. “Sono in pochi che si lamentano di queste situazione – conclude Mohammed – forse per paura o senso di impotenza non so, ma è ora di chiedere che le cose migliorino, credo sia un nostro diritto”. Anche raggiungere la Cattolica o ritornare a casa può diventare un’impresa. Alberto Masini, iscritto al secondo anno dell’Università Bocconi di Milano, racconta che “qui i servizi forniti ai disabili sono pochissimi. I problemi riguardano l’accesso alle strutture, come “alcune biblioteche e diversi uffici dei professori”. Andare in bagno : si può sempre, basta chiedere! Lo Statuto della Sapienza, all'art. L’Università degli Studi di Milano contribuisce al miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro degli studenti e del personale che opera al proprio interno, attuando: specifici interventi di welfare e mirate politiche di people care; opportune azioni a tutela dei diritti e della dignità della persona Il Senato Accademico, in data 11 Luglio 2017, ha approvato all’unanimità la carta dei diritti e dei doveri degli studenti universitari.. Cosa cambia con l’attuazione di tale testo? Di. Ditemi se questa è inclusione?“, lamenta Mohammed. }(window, document, 'script', '//connect.facebook.net/it_IT/fbevents.js'); Anche in questo, si tratta in realtà di “fare piccoli accorgimenti“, che “però per me farebbero la differenza”, conclude Ilaria. Ilaria Di Ruzza, 21 anni, frequenta la facoltà di Giurisprudenza all’Università di Padova. "Calpestati i diritti degli studenti" 18:30 Mercoledì 09 Dicembre 2020. . collegandola ad esempio anche alle lezioni di matematica o di statistica. Quasi nulli anche qui i “servizi per andare in bagno. A raccontarlo a Ilfattoquotidiano.it è Pasquale Improta, ragazzo con atrofia muscolare spinale, iscritto al secondo anno della facoltà di Giurisprudenza dell’Università Bicocca di Milano. Diritti Università impreparate alla disabilità, la denuncia degli studenti: “Per il bagno devo avvisare una settimana prima”. L’… t.src = v; if (f.fbq) Lo Statuto dei diritti e dei doveri delle studentesse e degli studenti è un documento che tutti gli studenti dovrebbero leggere attentamente. Vi preghiamo di segnalare eventuali problemi tecnici al nostro supporto tecnico FIRENZE — Due i palchi dell'edizione 2020, uno al Mandela Forum e l'altro al Parco San Donato ma le porte sono chiuse per il Covid, per questo gli studenti sono in collegamento da remoto con un record di partecipanti, superando la capienza massima di 7800 persone che possono essere ospitate al Mandela. L’Unione degli Studenti è la più grande associazione studentesca ad ispirazione sindacale d’Italia, nata nel 1994. 6, prevede l'istituzione a livello di Università e di ciascuna Facoltà del garante degli studenti, che ha l’autorità e il compito d’intervenire, anche sulla base di istanze motivate, presentate dagli studenti, per segnalare disfunzioni e limitazioni dei loro diritti. “Io posso farli solo grazie a mia madre – continua lo studente – Però non tutti i ragazzi disabili hanno questa fortuna. “Non ci sono persone addette a scrivere per me e questo mi ostacola moltissimo. “Io studentessa con la SMA non posso usare il bagno all’Università di Padova” fbq('consent', 'grant'); Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, Ilaria è affetta da atrofia muscolare spinale e ha bisogno di un’assistente personale: senza le sarebbe impossibile anche solo scendere dal letto, vestirsi o andare al bagno. di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, Romana, si è trasferita a Padova per amore: alloggia, con il fidanzato, pure lui con disabilità motoria, in una residenza per studenti universitari. Ci sono anche aspetti positivi, tengono a dire, ma spesso sono semplicemente la gentilezza dei docenti e del (poco) personale a disposizione. Diritti degli studenti: in Thailandia un istituto apre il bagno dei trans. Twitter. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Perché il nostro lavoro ha un costo. “L’inclusione degli alunni disabili è una questione trattata soprattutto nell’ambito della scuola primaria e secondaria, ma si parla troppo poco dei disservizi che devono affrontare anche gli studenti con disabilità che decidono di continuare il loro percorso di studi dopo il diploma di scuola superiore”, spiega la stessa madre Mariarosaria Esposito. Per questo ti chiedo di sostenerci, con un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana. “A volte – conclude Alberto – basterebbero piccole azioni per migliorare moltissimo la nostra vita”. Mattia però ce l’ha fatta e ora si gode la laurea: “Un bellissimo traguardo che per le persone come me, affette da una forma grave di distrofia muscolare, è tutt’altro che scontato”. “Ogni volta che ho un bisogno – racconta la studentessa –  sono costretta a tornare alla residenza per studenti universitari”. I diritti degli studenti costituiscono la colonna portante della nostra università. “Ci sono meno di dieci studenti con disabilità motoria in Bocconi, non mi sembra una cosa impossibile da risolvere”. 5 - Diritti degli studenti8 1. I commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). “A volte – conclude Alberto – basterebbero, Alla Statale servizi e assistenza adeguati, ma mensa e alcune aule ancora inaccessibili”, I servizi e l’assistenza da parte dell’ufficio disabili sono adeguati alle richieste – spiega – ma non tutti i, uno dei luoghi che dovrebbe essere reso accessibile è la, Io studentessa con la SMA non posso usare il bagno all’Università di Padova”. loadAsyncFB(); Anche in questo, si tratta in realtà di “fare, Diversity Media Awards, premio speciale a Liliana Segre: “Sono stata ‘la diversa’, ma mi sentivo uguale alle altre bimbe”, Usando i mezzi pubblici, non sempre facili da prendere. if(window.gdprConsent){ A volte se devo andare al bagno e devo farmi accompagnare da uno di loro, sono costretto ad aspettare un sacco di tempo perché c’è, Anche raggiungere la Cattolica o ritornare a casa può diventare, “, lamenta Mohammed. Per questo chiedo un affiancamento diretto e quotidiano per tutti i ragazzi con gravi disabilità, nel rispetto dello studio per tutti“. n.callMethod.apply(n, arguments) : n.queue.push(arguments) “L’edificio della facoltà di Giurisprudenza, essendo molto antico, non è a misura di carrozzine“, è la prima denuncia. Diritti Aborto, posizione a metà della Corte suprema Usa: sepoltura del feto è legale. a socio unico CF/P.IVA: 06684530964 - Testata giornalistica, Registrazione presso il Tribunale di Milano n° 291 del 18/09/2014. : durante l’ora di lezione non c’è nessuno che rimanga con me per prendere appunti, bere, “Io posso farli solo grazie a mia madre – continua lo studente – Però non tutti i ragazzi disabili hanno questa fortuna. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La Redazione, © 2009 - 2021 SEIF S.p.A. - C.F. Ma così gestire, organizzare e realizzare un servizio decente è impossibile. È importante che ognuno si adoperi affinché venga garantito l’esercizio dei diritti e il rispetto !function (f, b, e, v, n, t, s) { s = b.getElementsByTagName(e)[0]; Questa Carta vuole essere la base del nostro operare comune nella comunità universitaria. Invece ci sono carenze di assistenti personali, di materiale didattico e di banchi, aule e strutture accessibili. Peter Gomez, Ora però siamo noi ad aver bisogno di te. n.queue = []; } n = f.fbq = function () { A parole nostre - Sogni, pregiudizi, ambizioni, stereotipi, eccellenze: l'universo raccontato dal punto di vista delle donne. La circolare ha scatenato la proteste degli studenti. Tribunale PD n°1709-06/9/00, la redazione è composta da giornalisti professionisti ed i contenuti sono aggiornati quotidianamente! 6.1 I provvedimenti disciplinari sono adottati, nel rispetto del presente Statuto, a garanzia dei diritti degli studenti, dei docenti, del personale non docente e di tutti coloro che si trovano, a qualunque titolo, all’interno dell’edificio scolastico. Se supero il limite di assenze sono bocciato in automatico? In rete dall’aprile 1999, è testata giornalistica Aut. E’ legale come decisione?grazie mille, un povero studente che vorrebbe liberare la sua vescica quando gli pare e non a comando. Ci sono anche aspetti positivi: “L’ateneo è dotato di un servizio per gli studenti con disabilità, il quale fornisce varie assistenze”. Pagina 1 di 7 Decreto n. 129472(847) Anno 2016 IL RETTORE VISTO lo Statuto dei diritti e dei doveri degli studenti universitari (12 giugno 2007) elaborato dal MIUR; VISTA la Carta dei diritti degli studenti approvata dal Consiglio nazionale degli Studenti Universitari ed inviata al MIUR in data 8 settembre 2011; E così sono costretto a farmi aiutare da mia mamma che ogni giorno da Vigevano dove abitiamo deve accompagnarmi in Bocconi e restare con me nel caso dovessi andare ai servizi o prendere qualcosa da mangiare”. Una piccola somma ma fondamentale per il nostro lavoro. L'operatore OS ha già denunciato all'ispettorato del lavoro il grave episodio, dopo la segnalazione, la scuola di risposta ha inviato presso l'istituto scolastico una nuova unità di supporto, di certo un primo passo ma visto i tredici studenti ma ne servirebbero almeno altre tre. Il provvedimento prevede che si possano utilizzare i bagni solo dalle 7.55 alle 8.10, dalle 10.55 alle 11.05 e dalle 12.55 alle 13.0 5. Diventate utenti sostenitori cliccando qui. “In Bocconi agli esami devo scrivere io, ho solo chi mi gira le pagine” I primi giorni di scuola in epoca Covid raccontano una generazione disorientata, ma disposta a fare la propria parte nell'emergenza. s.parentNode.insertBefore(t, s) }, Le cose non dovrebbero funzionare così. Anche tutti i bar e le librerie di fronte all’università non sono accessibili e quando ho avuto bisogno di comprare dei libri o del cibo, sono stato costretto ad aspettare fuori”.