vigilantes scambiati per ladri, Tiziana Cantone, sulla pashmina il Dna di due uomini. Un anno prima della sua morte. A muovere le accuse contro il presentatore sono due 'pentitì dell'organizzazione Pasquale Barra e Giovanni Pandico, poi a catena si aggiungono altri 17 testimoni che non solo confermano le accuse ma le coloriscono di particolari. Lo fa con il tocco e la sensibilità di un regista che ha deciso di affacciarsi in punta di piedi nella vita di un grandissimo personaggio italiano; un simbolo della televisione, amatissimo dal pubblico, caduto in un buco nero, quello della malagiustizia, dal quale è uscito combattendo con coraggio e con grandissima dignità. Nonostante le polemiche che l’hanno preceduta, o forse anche grazie a queste, la fiction su Ed anche la televisione è così lontana da quella realizzata dal genitore «improntata sul garbo, l'empatia e l'educazione. «Enzo è stato prelevato dalla sua vita - ricorda Silvia - senza che venisse aperta una commissione d'inchiesta, senza che nessuno pagasse per quell'errore». La sua trasmissione raggiunge i 28 milioni di telespettatori, record difficilmente battuto. Alfonso Bonafede, tuttavia, ha replicato: «Gli innocenti non finiscono in carcere», venendo immediatamente smentito dalla giornalista che ha parlato del fatto che dal 1992 al 2018 siano state risarcite oltre 27mila persone dallo Stato italiano perché ritenute innocenti e, nonostante questo, sono finite in carcere. La sua trasmissione raggiunge i 28 milioni di telespettatori, record difficilmente battuto. Quelli che “bucano” Google Meet per trasmettere... Proteste Dad: «Ci dicono le cose due giorni prima, non siamo... L’insostenibilità della Dad spiegata punto per punto in... La foto di Bill Gates che fa andare in tilt il microchip dei complottisti, Gli Emirati Arabi Uniti combattono il Covid, Il video del senatore americano che dice: «Donald Trump ha incitato l’erezione». La storia di Enzo Tortora. Non vuoi perderti le ultime news? Quella bomba è l'accusa di far parte della Nuova Camorra Organizzata e di essere un corriere della droga. Tra le tante critiche ricevute da Bonafede, soprattutto via social network, ce n’è una che spicca sulle altre. Ad 'inchiodarè l'uomo di spettacolo è una agendina con il suo nome, in realtà vi era scritto Tortona e non Tortora, e dei centrini di seta inviati dal carcere dallo stesso Pandico a Portobello che i responsabili della trasmissione smarrirono. A 30 anni dalla sua morte, Tortora è diventato la personificazione dell'errore giudiziario italiano. A cura di Loris Mazzetti. e P. IVA 05629251009. è all'apice del successo. Seguici anche su Grande eco ha destato la contrarietà di Gaia Tortora, figlia di Enzo Tortora, alla fiction tv la cui seconda parte va in onda questa sera su RaiUno.A parte le sue motivazioni, senz’altro in buona parte condivisibili, noi vogliamo celebrare la professionista Gaia Tortora, attualmente alla guida del telegiornale de La7 quando non c’è il direttore Enrico Mentana. Gianni Melluso, il grande accusatore di Enzo Tortora, uscito dal carcere chiede scusa alla famiglia del presentatore. Una immagine che dopo 30 anni è ancora indelebile per molti. Secondo alcuni osservatori e secondo alcuni politici, invece, una riforma del genere porterebbe a non avere una fine certa per alcuni processi. Di Monica Gasbarri – Ambrogio Crespi racconta Enzo Tortora. La sua testimonianza è particolarmente significativa perché Gaia Tortora è la figlia di Enzo Tortora, il conduttore e giornalista che fu arrestato per associazione camorristica e traffico di droga ne 1983. Alle 4 di notte, però, i carabinieri bussano alla stanza dell'Hotel Plaza di Roma, e lo arrestano. Trentadue anni dalla morte del popolare conduttore di Portobello avvenuta il 18 maggio 1988. Il M5S ha infatti fatto partire dal 1° gennaio 2020 il blocco della prescrizione dopo il giudizio di primo grado. L’oggetto della questione – come è noto – era rappresentato dalla riforma della prescrizione, fortemente voluta dal M5S e sulla quale è stato da tempo avviato il dibattito politico. La sua vicenda, per cui ancora oggi lo ricordiamo, è ancora attuale, per molti aspetti. Ci siamo incrudeliti ed assuefatti all'ingiustizia, c'è un generale imbarbarimento». Trenta anni dalla morte di Tortora, la figlia: «Nulla è... Tortora, a 30 anni dalla morte la sua storia in un libro di Luca... Cuore a rischio per una italiana su due, soprattutto dopo la menopausa, Roma, morta d'infarto a 19 anni Beatrice Coletta, Covid, va al pronto soccorso con un infarto: ma è positiva al virus e i reparti la rifiutano, Uccise a coltellate la figlia di 2 anni per vendicarsi della ex, condannato all'ergastolo, Amelia, è psicosi furti La puntata di Rai3 per Enzo Biagi è dedicata al Caso Tortora uno dei più inquietanti della storia della giustizia E sulla variante inglese: «Si valuta innalzamento misure», Tik Tok bloccato in Italia per la morte della bimba: «Nessun controllo sull’età», Lombardia e Sardegna zona arancione, quattro regioni e Trento rimangono in fascia gialla. È... La storia dei 15 contagiati dopo una festa per celebrare il compleanno di un gatto... Prima o poi doveva accadere: il boomerang lanciato contro il governo, l'Istituto... Esplode la polemica sul suo profilo Twitter di Carlo Calenda. 20 Gennaio 2021 In Non categorizzato By. Alle 4 di notte, però, i carabinieri bussano alla stanza dell'Hotel Plaza di Roma, e lo arrestano. «Anche se penso che Enzo se ne sia andato troppo presto - conclude la figlia Silvia -, è meglio che non veda questo schifo. Il non detto: Pfizer taglia del 20% i vaccini dopo che EMA stabilisce che da 5 fiale si... Perché se cercate #hangingchallenge su TikTok non troverete sfide di soffocamento. Gaia Tortora, giornalista di La7 e figlia di Enzo Tortora, non ha digerito le parole di Marco Travaglio nel suo editoriale su il Fatto Quotidiano. Il volto di “Portobello” è all'apice del successo. I fatti contestati sono relativi all’udienza del processo alla N.C.O. Violato l'account Facebook della mamma, Choc a Sesto San Giovanni, strangola e uccide la moglie di 90 anni affetta da alzheimer: poi chiama la figlia, Forlì, anziana di 81 anni spara e uccide il marito, Padre uccide i figli a coltellate e si toglie la vita, Un 16enne egiziano rapinato e spogliato nei giardini da due coetanei romani: «Io, minacciato di morte», Le gang che rapinano i tassisti: già 4 colpi, Rissa al Pincio, da Roma a Parigi: l'ultima moda prima del Natale, «Cranio Randagio morì per un mix di droghe»: a processo un pusher e 2 amici del rapper, Cranio Randagio, il dolore della mamma: «Sulla morte di mio figlio finora soltanto silenzio», Cranio Randagio, nuova inchiesta sulla morte del rapper di x Factor: caccia a chi gli fornì la dose letale, In Germania superate le 50mila vittime: le foto choc delle bare accatastate in attesa della cremazione, Nevicata da record a Cortina, case e auto sepolte, L'orsa esce dallo zoo dopo 20 anni, ma continua a girare su se stessa come fosse in gabbia, Roma-Spezia 4-3, il videocommento di Ugo Trani, De Luca: «Crisi governo? Il 9 dicembre il Parlamento Europeo respinge all’unanimità la richiesta di autorizzazione a procedere nei confronti dell’eurodeputato Enzo Tortora per oltraggio a magistrato in udienza. In ascensore incontrai per puro caso Anna Tortora, la sorella del grande Enzo, che mi chiese di seguirla. Il 30 novembre 1928 nasceva Enzo Tortora. Dopo aver scontato già 7 mesi di carcere e dopo una condanna a 10 anni di reclusione, la sua innocenza fu dimostrata e riconosciuta il 15 settembre 1986. Quel giorno il conduttore avrebbe dovuto firmare il contratto per una nuova edizione. La nuova mappa da oggi, Lombardia zona rossa, pasticcio dati: «Dal 12 ottobre migliaia di guariti conteggiati come ancora positivi». Ovviamente, anche... Dopo aver ricevuto la lettera degli studenti sulla Dad e sulle... Mentre a Roma viale Trastevere è stato chiuso per la... Un'iniezione per controllare se stesso attraverso un microchip che attiva il 5G. Il volto di “Portobello” è all’apice del successo. Instagram e Il 18 maggio 1988, a 59 anni muore Enzo Tortora, conduttore televisivo, autore e giornalista, per un tumore ai polmoni. Centrini che nelle parole di alcuni pentiti diventano delle partite di droga. Per questo Gaia Tortora, figlia del giornalista e giornalista a sua volta, ha fatto quella domanda al Guardasigilli. Twitter! Noi... La storia dei contagiati per festeggiare il compleanno del gatto è vecchia (e non... No, nemmeno l’hashtag #blackoutchallenge ha a che fare con cinture o soffocamento. Vedo trasmissioni su casi giudiziari, dove non c'è mai un'ottica dubitativa». La puntata di Otto e Mezzo del 23 gennaio ha offerto al pubblico uno scambio davvero incredibile fra la giornalista di Repubblica Annalisa Cuzzocrea e il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede. Tra le argomentazioni addotte dalla giornalista, anche quella di tanti innocenti che finiscono in carcere e che, con il blocco della prescrizione, avrebbero un’arma in meno per tutelarsi. Il caso di Enzo Tortora è emblematico di quanto spiegato da Annalisa Cuzzocrea. Il racconto della figlia di Enzo Tortora “Il sacrificio di Enzo” come lo chiama la figlia, comincia il 17 giugno 1983. Per trasferirlo nel carcere di Regina Coeli i militari aspettano la mattina e cameramen e fotografi lo possono così riprendere con le manette ai polsi. La sua trasmissione raggiunge i 28 milioni di telespettatori, record difficilmente battuto. I funerali si svolsero nella Basilica di Sant’Ambrogio a Milano al cospetto di parenti, amici e molte altre personalità appartenenti al mondo della politica e dello spettacolo.. Mi presentò a suo fratello, che era lì a fare i casting per il suo Portobello. Facebook, LEGGI ANCHE > La faccia di Bonafede quando gli dicono che anche gli innocenti finiscono in carcere. With Ricky Tognazzi, Bianca Guaccero, Carlotta Natoli, Enzo De Caro. Una immagine che dopo 30 anni è ancora indelebile per molti. Tempi di pandemia, tempi di incontri online. Vi ricordate quando Salvini voleva abolire il reato di ‘abuso d’ufficio’? Riforma più urgente è la riapertura dei manicomi», Governo, Tabacci: «I numeri non ci sono ancora, mercoledì una prova di fuoco», Stasera in tv, C'è Posta per te: tornano Can Yaman e Paolo Bonolis, Biden, dallo Studio Ovale scompare il pulsante rosso di Trump: ecco a cosa serviva, Covid Italia, Rezza: «Epidemia ancora fuori controllo, impossibile tracciare». Silvia Tortora lo ribadisce alla vigilia di un anniversario che per lei è personale, il sacrificio di suo padre, ma che è caso nazionale universale di mala giustizia. Monica Tortora | Latina, Italia | Docente presso Ministero Pubblica Istruzione | 309 collegamenti | Visualizza il profilo completo di Monica su LinkedIn e collegati Clamoroso: Salvini chiede le dimissioni di Attilio Fontana? La sua testimonianza è particolarmente significativa perché Gaia Tortora è la figlia di Enzo Tortora, il conduttore e giornalista che fu arrestato per associazione camorristica e traffico di droga ne 1983. Le False Accuse e l’Arresto Anzi in 30 anni c'è stata una esplosione numerica». APPROFONDIMENTI PERSONE Trenta anni dalla morte di Tortora, la figlia: «Nulla è... L'ANTICIPAZIONE Tortora, a 30 anni dalla morte la sua storia in un libro di Luca... Nulla per Silvia è cambiato nella giustizia italiana: «Mi aspettavo una riforma del sistema giudiziario, invece non è accaduto. Ma per Silvia Tortora, la figlia maggiore «dal mio punto non è cambiato nulla: sono 30 anni di amarezza e di disgusto». «Il sacrificio di Enzo» come lo chiama la figlia, comincia il 17 giugno 1983. Enzo Tortora. «Perché - disse - mi hanno fatto esplodere una bomba atomica dentro». Precisamente dal ristorante Neromo dove poche ore... La faccia di Bonafede quando gli dicono che anche gli innocenti finiscono in carcere. Quel giorno il conduttore avrebbe dovuto firmare il contratto per una nuova edizione. Al centro proprio... Immagini forti, fortissime arrivano da Firenze. Le figlie: "Cerca pubblicità". Parole, quelle di Marco Travaglio, che non sono piaciute a Gaia Tortora, vice direttrice del tg di La7 e figlia di Enzo Tortora che ha twittato senza troppi giri di parole: Il suo ricordo vive in strade, piazze, scuole, biblioteche sparse per l'Italia a lui intitolate. Il 17 settembre Enzo Tortora viene condannato a dieci anni di carcere. Ossessione Roma: Attilio Fontana non riesce a scollarsi dalla Lega Nord, De Luca paragona il dibattito al Senato al Cirque du Soleil. è una miniserie televisiva in onda su Rai 1, diretta e interpretata da Ricky Tognazzi.Il film racconta la storia del conduttore televisivo Enzo Tortora, vittima innocente, nell'estate 1983, di un errore giudiziario trasformatosi in un caso mediatico. gaia tortora renzi. © 2021 Il MESSAGGERO - C.F. Il genovese è stato giornalista e presentatore televisivo, sia per reti private che per la grande mamma RAI. Carlo Calenda spiega quel “Grazie Carlo” scritto da lui stesso sotto un... La senatrice Mariarosaria Rossi pubblica su Instagram le minacce ricevute. La senatrice di Italia Viva che cancella a penna il volto di Vito De Filippo (appena... Alan Friedman aveva dato della escort a Melania Trump già prima di Unomattina, Parla Genovese: «Ero terrorizzato perché ho fatto sesso con una minorenne», La faccia tosta di Salvini che chiede coerenza ai senatori a vita, Il leghista Molinari dimentica che negli Stati Uniti c’è la pena di morte. Ci vorranno quattro anni per dimostrare la sua innocenza, tra i quali 7 mesi di carcere e molti altri ai domiciliari nella sua casa in via Piatti, non lontana dal Duomo di Milano. Il senso dell’affermazione di Bonafede, alla luce di vicende gravi come quella occorsa a Enzo Tortora e che purtroppo riguardano un numero rilevante di cittadini italiani, non può davvero trovare una giustificazione. La minaccia di Google: «L’Australia ci costringe a pagare per le news? A cosa è servito il suo sacrificio? Quindi né Tortora , né i suoi eredi hanno avuto un risarcimento. Durante il primo processo viene eletto europarlamentare nelle file dei Radicali, diventa poi presidente del partito e quindi si dimette scatenando l'ira di Marco Pannella. Per non parlare della società: «Vedo dei passi indietro nelle disuguaglianze, l'essere una comunità non esiste più. Quel 17 giugno vengono eseguiti altri 855 ordini di cattura emessi dalla Procura di Napoli nei confronti di presunti affiliati alla nuova Camorra Organizzata, capitana da Raffaele Cutulo. Nell'appello il 15 settembre 1986 altri giudici napoletani ribaltano la sentenza e lo assolvono con formula piena. Grazie». Per trasferirlo nel carcere di Regina Coeli i militari aspettano la mattina e cameramen e fotografi lo possono così riprendere con le manette ai polsi. La targa in memoria di Enzo Tortora in via dei Piatti 8, indirizzo della sua casa di Milano, sarà scoperta la prossima primavera, martedì 30 marzo. Enzo Tortora, uno dei casi di malagiustizia più noti dell’Italia degli anni ’80 del secolo scorso, è stato di recente ricordato dalla figlia Gaia 15.08.2020 – Anna Montesano Appena mi vide, Tortora esclamò: “E’ perfetta”. Il 18 maggio 1988, a 59 anni muore Enzo Tortora, conduttore televisivo, autore e giornalista, per un tumore ai polmoni. Directed by Ricky Tognazzi. La potenza del dolore e dell'ingiustizia ha provocato un solo effetto: la sua morte». E subito, a tutti, è venuto in mente il caso di Enzo Tortora. Il caso Enzo Tortora - Dove eravamo rimasti? Il 17 settembre 1985 il presentatore è condannato a 10 anni di reclusione per associazione a delinquere di tipo mafioso e traffico di stupefacenti. I processi continuano all'infinito. Grazie al suo caso venne approvata la legge Vassalli sulla responsabilità dei magistrati, legge che però non contemplava la retroattività. Si scopre in seguito che pentiti e testimoni potevano liberamente comunicare mentre erano nella caserma di Napoli. Un anno dopo quella sentenza della Corte d’Appello, Enzo Tortora morì, non avendo tempo sufficiente per testimoniare in prima persona sul caso di malagiustizia di cui era stato protagonista. Settima puntata in onda domenica 17 maggio ore 13 RAI 3. È quella di Gaia Tortora che twitta: «Ministro le chiedo di spiegare la sua frase ad Otto e mezzo “gli innocenti non finiscono in carcere”. Tortora torna a presentare il suo Portobello il 20 febbraio 1987 e apre la trasmissione con una frase che diventa celebre: «Dunque, dove eravamo rimasti?». A mettere fine alla vicenda giudiziaria è la Cassazione che conferma il secondo grado di giudizio il 13 giugno 1987. Enzo Tortora, che da anni lottava contro il grave tumore polmonare che lo aveva colpito, morì il 18 maggio 1988 all’età di 59 anni..