The 1999-2000 season is by far the most glorious in Lazio's history, coincinding with the one hundredth birthday … Ma quel secondo, neanche, quel centesimo di secondo di silenzio prima del boato, che a te ti dura una vita e che ti crea delle cose cardiovascolari che pagherai negli anni, è uno dei momenti più brutti che puoi passare nella tua vita. Non succedeva dal 2000, anno in cui la Lazio vinse il secondo scudetto e nel parco attaccanti c’era proprio Simone Inzaghi. La formazione titolare. Lo Scudetto del ’74 lo annuncia, quello del 2000 lo rivela, la vittoria in finale di Coppa Italia contro la Roma (26 maggio del 2013) è lì a testimoniarlo. Siamo ormai a fine Agosto: l’estate è al tramonto; si rivedono gli incolonnamenti sul raccordo anulare, ma il sole batte forte su Roma, concedendo ai suoi cittadini ancora qualche gita marittima a Ostia. A fine partita, di fronte alle telecamere, Almeyda dichiara di aver rivisto il gol 15 volte. Forte dell’autostima dopo la vittoria con un avversario così blasonato, la Lazio si presenta ai nastri di partenza della 98° edizione della Serie A tra le favorite. Il goal di Calori decreterà uno degli scudetti più contestati ed accessi degli ultimi anni, ma anche quanto fosse bello il calcio italiano di inizio secolo, quando la lotta per il titolo era aperta a diverse contendenti che sapevano tenere alta la suspence fino all’ultimo. Quella 99-00 non è una stagione come le altre per Sergio Cragnotti. 23 C Juan Sebastián Verón La squadra è fatta per correre, nutrendosi degli spazi incustoditi. L'atmosfera che si respira è la stessa del 2000" È un Simone Inzaghi che comincia a crederci, non solo per i punti fatti, non solo per le prestazioni offerte. Balordo, capace di far resuscitare chi lo vince e di mandare all’inferno gli sconfitti. Se solo l’arbitro Treossi avesse concesso un rigore lampante su Salas, la Lazio avrebbe festeggiato il suo secondo scudetto con un anno d’anticipo. La Roma di quell’anno – la prima con “Don” Fabio Capello in panchina – è una squadra discreta. Video diviso in due parti: in questa prima parte, tutti i gol del girone d'andata. Ma c'è anche del rammarico, perché a Formello sono sicuri che senza il lungo lockdown la Lazio avrebbe potuto vincere lo scudetto. Premi ESC per annullare. Il 14 maggio del 2000 erano in pochi, all’interno dello spogliatoio della Lazio, a credere nella possibilità di vincere lo scudetto. L’arrivo del fratello di Filippo è ovviamente in sordina e accolto dalla perplessità generale. Allo scialbo pareggio del San Nicola (0-0), segue il 3 a 0 al Torino, dove Inzaghi segna ancora una volta. Scudetto 2000, anche Andrea Mazzantini, ex portiere del Perugia, ha ricordato il 14 maggio e quella vittoria contro la Juventus. 27 C Giampiero Pinzi Roberto Mancini – già chiaramente a suo agio nel riversare la sua leadership fuori dal campo nei panni di dirigente – è seduto di fianco a Cragnotti. La Juventus prima in classifica crolla nella fatal Perugia, la Lazio supera 3-0 la Reggina e conquista con una rimonta grandiosa uno storico scudetto. Lì, il Presidente Cragnotti sta incontrando Massimo Moratti, presidente dell’Inter, per vendergli niente meno che Christian Vieri. SIMEONE LAZIO – Se si parla dello Scudetto del 2000 non si può non pensare a Simeone. Ignara, che sarebbe stato uno degli uomini della provvidenza in quell’annata straordinaria. Il secondo scudetto arrivò nella stagione 1999-2000, con la presidenza Cragnotti ed una squadra capitanata da Alessandro Nesta, allenata dal mister svedese Sven Goran Eriksson. Il trequartista è arrivato a Roma nel 2006 dall’Udinese per … Andrea Mazzantini, all’epoca portiere del Perugia, ai microfoni di Lazio Style Radio ha ricordato quella vittoria sulla Juventus che valse la conquista dello scudetto della Lazio. Stagione 1999-2000, su calcio.com. SS Lazio 1999-2000, su transfermarkt.it. Il 14 maggio del 2000, gli uomini di Eriksson riuscirono in un’impresa in cui in pochi speravano. È proprio da lì, dal centro sinistra, che è più funzionale alla nuova pelle della Lazio. I campi obbligatori sono contrassegnati *. Una specie di silenzio assoluto, di vuoto pneumatico, e subito dopo c’è il boato. Andiamo a spiegare perché la Lazio può vincere veramente lo scudetto. ALLENATORI: CLASSIFICA TROFEI Primo: Sven Goran Eriksson – 1 Scudetto (1999/2000) – 2 Coppe Italia (1997/1998, 1999/2000) Presenze della Lazio 1999-2000, su calcio-seriea.net. Poco convinto, è a quel punto proprio Mancini a convincerlo della bontà dell’operazione. La stagione della Lazio dello Scudetto – quello del lontano 1999-2000 – è ricordato come una delle stagioni più folli della Serie A. Serie A gazzetta gold 14 maggio 2000, la Lazio e quell'acqua benedetta Ultima giornata di un campionato alimentato da polemiche e sospetti. Da una parte c’è un Veròn ispiratissimo (che sigla l’1-0 e sfiora il raddoppio scheggiando la traversa); ma dall’altra l’ucraino è indemoniato. Alle ore 15 del 19 Marzo gli uomini di Sven-Göran Eriksson, scendono in campo contro il Verona. Il trequartista è arrivato a Roma nel 2006 dall’Udinese per … Il 21 ha voglia di metterci la faccia e raccoglie la palla per disporla sul dischetto. Non so cosa sia successo, non posso dire io se è stato un problema di testa o di altra natura. Fa soffrire la Lazio, fino a quando Almeyda, in piena ripresa, riceve una ribattuta di Lassisi e spara un bolide imprendibile per Buffon. Copyright 2021 The Baller Tutti i diritti riservati. Ore 18.04: la Lazio vince lo scudetto alla radio Fabrizio Bocca Il 14 maggio del 2000 l'ultimo scudetto biancoceleste, in un pomeriggio infinito e indimenticabile. Ma in questa struttura, è Roberto Mancini l’ago della bilancia, il playmaker offensivo a cui sono affidate le chiavi della manovra. La rubrica, curata dal nostro illustratore Enrico Losardo, intende mettere a nudo le relazioni invisibili tra Sport e Storia culturale e sociologica delle società di oggi e del passato. Poi c’è “Er Maestro” Tommaso Maestrelli con il suo mitico Scudetto 1973/74 e Vladimir Petkovic che ha targato “Lazio” la storica Coppa Italia 2012/2013 vinta nel derby finale contro la Roma. 6 D Néstor Sensini A proposito di suoni c’è questa cosa terribile, che forse è l’incubo di tutti i veri tifosi: quando segna la squadra avversaria, quando segna la Lazio, c’è un momento subito dopo il gol, appena la palla va in rete, c’è una frazione di secondo in cui il vuoto risucchia ogni suono. 10 A Roberto Mancini Avvenimento mai successo nella sua storia. Serie A gazzetta gold 14 maggio 2000, la Lazio e quell'acqua benedetta Ultima giornata di un campionato alimentato da polemiche e sospetti. Dopo tanti anni di relativo oblio, almeno per quanto concerne le altissime posizioni di classifica, la Lazio sta tornando seriamente a lottare per lo Scudetto. Il 3-0 alla Reggina e quell'orecchio teso alla radio per le notizie da Perugia. Ore 18.04: la Lazio vince lo scudetto alla radio Fabrizio Bocca Il 14 maggio del 2000 l'ultimo scudetto biancoceleste, in un pomeriggio infinito e indimenticabile. classifica. Il punteggio resta inchiodato su quello del primo tempo e dopo l’amaro pareggio in casa con l’Inter, i biancocelesti lasciano nuovi punti per strada. percorso partite in casa fuori casa reti; squadre punti g v n p g v n p g v n p f s; ... # serie a tim | milan | lazio 23 dic 2020 . Roma 75 Juve 73 Lazio 69 Parma 56 Inter 51 Milan 49 Atalanta 44 Brescia 44 Fiorentina 43 Bologna 43 Perugia 42 Udinese 38 Lecce 37 Verona 37 Reggina 37 Vicenza 36 Napoli 36 Bari 20 Un brutto precedente, che portava a sensazioni negative. La classifica finale ha premiato la Roma, che ha così conseguito il terzo scudetto della sua storia. Lazio continued their patchy Serie A form with a 1-1 draw at Benevento on Tuesday as the Inzaghi brothers faced off on the sidelines.... more » 14.12.2020 15:37 Stefano Pioli è l'allenatore del Milan leader della Serie A alla fine del 2020. Il derby è anche, notoriamente, infame. Il tecnico dei biancocelesti è felice del clima che si vive nello spogliatoio e fa qualche parallelo con quella Lazio di Eriksson che vinse lo Scudetto nel 2000. Ed è questa consapevolezza nei propri mezzi, alla fine dell’anno, che farà la differenza. 11 D Siniša Mihajlović E a giocarselo sono la Juve e il club biancoceleste. La classifica finale di quel torneo dirà: Lazio 72, Juventus 71. Il durissimo scontro diretto del Delle Alpi, il primo aprile del 2000: la Lazio vinse 1-0 con gol di Simeone, e accorciò a -3 il divario dalla Juventus (Claudio Villa /Allsport) Quella squadra, senza la tenacia di ciascuno di loro, non avrebbe mai vinto lo scudetto. La sfida è uno scontro tra titani, che fa incrociare le lance tra i due dei migliori assi mediani in circolazione. La squadra di Malesani è temibile e all’epoca può disporre di giocatori del calibro di Buffon, Thuram, Cannavaro, Ortega ed Hernan Crespo. serie a tim non esiste piu' il fattore casa # serie a tim 23 dic 2020 . Di fatto, suicidandosi. Ubriaco di musica, tanto che non ha ancora capito il suo genere preferito. Il miglior calcio d'Italia. Alle ore 18.04, in seguito alla sconfitta della Juventus a Perugia per 1-0, la Lazio scavalca i bianconeri in classifica e vince lo Scudetto (il secondo della sua Storia) dopo un pomeriggio vissuto con fortissime emozioni. E, soprattutto, aveva indirizzato la finale di Birmingham, aiutando la Lazio a sollevare l’ultima, storica, finale delle Coppa delle Coppe – trofeo che opponeva i vincitori delle coppe nazionali dei rispettivi campionati e che cesserà di esistere dopo quel Lazio-Maiorca – con un colpo di testa poderoso. Il pass per l'Europa che conta appare una formalità, mentre è tutta da scrivere la corsa scudetto. La vittoria con il Bologna ha catapultato la Lazio prima in classifica in questo campionato. La partita, specie per chi la vive in Curva Nord, è inverosimile, assurda. Al netto delle suggestioni e delle ambizioni cresciute partita dopo partita, la Lazio ha raggiunto tutti gli obiettivi prefissati, e anche i singoli ne hanno giovato. Lazio, dopo la vittoria di ieri la vetta della classifica dista soltanto un punto: la Roma quinta è a -17. Anche e soprattutto come uomo assist (strano a dirsi, ma rimarrà a secco in campionato in quella stagione). Soprattutto, ha visione di gioco. E solo la doppietta di Salas riesce a placare l’ira funesta dell’Ucraino, fissando lo score sul 4-4. Per commentare questi 12 mesi che sono giunti al … La Serie A 2000-2001 è stata la numero 99 della massima serie del campionato italiano di calcio e la numero 69 da quando viene disputata con la formula del girone unico. Ma a Roma si sa, la partita più attesa della stagione è la stracittadina. ROMA - Una stagione da record in casa Lazio.C’è una statistica che sorprende più di tutti: la squadra di Simone Inzaghi ha 68 punti dopo 29 giornate, mai nella propria storia ha accumulato un bottino così ricco.Nemmeno nella stagione del secondo scudetto (1999-2000), i …