Il DIR si differenzia dagli altri dizionari anche per l'aggiunta d'informazioni di carattere enciclopedico, la discorsività delle definizioni e il carattere divulgativo delle voci scientifiche. Per gli aggettivi viene riportato il grado positivo, ma le forme irregolari del comparativo e del superlativo sono classificate come forme autonome. Carica i documenti. L'ostentato disinteresse per gli ambiti scientifici alimentò nuove critiche, non solo tra gli ambienti che non ne condividevano gli orientamenti linguistici letterari e arcaizzanti, ma anche tra gli studiosi di scienza, insofferenti verso l'atteggiamento di chiusura dell'Accademia rispetto alle loro discipline. TS filos. Il Medioevo è dominato dall'opera monumentale, in venti libri, realizzata nel VII secolo da Isidoro di Siviglia (570-636). definition of. In informatica, tabella di corrispondenza usata per specificare gli operandi (programmi, sequenze di dati alfanumerici, ecc.) Quando, nel 1612, fu stampato a Venezia la prima edizione del Vocabolario della Crusca Leonardo Salviati era già morto, ma gli Accademici avevano continuato a basarsi sulle sue idee e sulla sua concezione di lingua. los significados de. Ma i tentativi di costituire tipologie generali dei dizionari si sono rivelati, però, insoddisfacenti o incompleti. Dall'Italia Settentrionale provengono: il Catholicon, un'enciclopedia di problemi grammaticali e sintattici, comprendente una raccolta in ordine alfabetico di voci latine e volgari di Giovanni Balbi; e il Vocabulista ecclesiastico del savonese di Giovanni Bernardo, consistente in un elenco in ordine alfabetico di voci latine seguite da brevi definizioni in volgare. un'opera che raccoglie, in modo ordinato secondo criteri anche variabili da un'opera all'altra. Un caso particolare è rappresentato dal Dizionario moderno, pubblicato nel 1905, di Alfredo Panzini, che testimonia il modificarsi e il rinnovarsi del lessico italiano lungo quarant'anni, attraverso sette edizioni (1908, 1918, 1923, 1923, 1931, 1935), fino all'ottava edizione, postuma, curata nel 1942 da Bruno Migliorini e Alfredo Schiaffini. – 1. Esistono vari tipi di dizionario. Il termine dizionario è usato con riferimento a due concetti. Invece c'è un certo disinteresse nei confronti delle voci tecnico-scientifiche. Edizione Compatta di BOUVIER FLORENCE ... all'interno di un altro testo quando questa inclusione è strumentale a documentare quanto sostenuto o per spiegare il significato di un singolo termine o di una regola grammaticale. Negli stessi anni fu avviata il Grande dizionario della lingua italiana (GDLI) di Salvatore Battaglia, progettato col proposito di rinnovare il Dizionario della lingua italiana di Tommaseo-Bellini, pubblicato tra il 1961 e il 2002. il participio presente e il participio passato, quando siano usati con funzione d'aggettivo o di sostantivo, senz'aver tuttavia un'autonomia semantica e d'uso che ne richieda una registrazione autonoma. In lessicografia, il termine lemma può indicare sia l'entrata d'ogni singola voce sia l'articolo stesso che le è dedicato; per evitare confusione, è preferibile usare i termini lemma o esponente o entrata per il primo significato, articolo o voce per il secondo. La seconda edizione, data alle stampe a Venezia nel 1623, non si discostò molto dalla prima, se non per alcune correzioni e per l'aumento complessivo del numero delle voci registrate. dizionario informatica Funzione, spesso sotto forma di tabella, che definisce una corrispondenza tra un insieme di simboli (chiavi) e un altro insieme di simboli o di valori numerici (significati): per es. Verso la fine del secolo comparvero i dizionari dell'uso, rivolti ai lettori comuni, il cui capostipite è il Novo vocabolario della lingua italiana di Giovanni Battista Giorgini ed Emilio Broglio, pubblicato a Firenze tra il 1870 e il 1897. A. Nel frattempo non si sopirono le polemiche che avevano accompagnato l'uscita delle prime tre edizioni del Vocabolario della Crusca e poi della quarta. Il LEI è ordinato per etimi, ma è possibile rintracciare le forme anche attraverso gli indici ordinati alfabeticamente; le voci hanno una struttura interna tripartita, contrassegnata da numeri romani, a seconda che si tratti di vocaboli ereditari (cioè le parole derivanti ininterrottamente dal latino parlato fino alla caduta dell'Impero romano d'Occidente, nel 476 d.C.) di vocaboli dotti e semidotti, di prestiti e di calchi da altre lingue, e sono arricchite da vere e proprie dissertazioni etimologiche, seguite dall'indicazione degli altri dizionari etimologici consultabili per la stessa voce, dai rinvii bibliografici e dal cognome dello studioso che ha redatto la voce stessa. Il primo accanto al significato forniva anche esempi di uso del vocabolo, il secondo, più maneggevole, si limitava ad indicare la definizione. Nei dizionari dell'uso sono registrati anche gli arcaismi e le voci poetiche e letterarie, cioè forme linguistiche della lingua del passato, della poesia e della letteratura, che non sono usate o lo sono di rado nella lingua comune. a book that contains a list of words in alphabetical order and explains their meanings, or gives a word for them in another language; an electronic product giving similar information on a computer, smartphone, etc. Talvolta servono come indicatori del tono o del registro espressivo. Anche il secolo successivo fu condizionato dalla nuova edizione del Vocabolario della Crusca, pubblicato in sei volumi tra il 1729 e il 1738. L'opera consiste nella registrazione di circa 4.000 occorrenze, tra le quali s'incontrano anche voci comuni non presenti nell'opera di Boccaccio, nonché, nelle brevi definizioni, venetismi e generici settentrionalismi. In tal guisa, il modello rappresentato dalla produzione lessicografica anglo-francese influenzò, direttamente o indirettamente, molte opere pubblicate nel XVIII secolo. dictionarium, der. Basilio Puoti redasse il Vocabolario domestico napoletano e toscano nel 1841. meaning[noun]the sense in which a statement, action, word etc is (intended to be) understood. In particolare, gli archeologi italiani hanno ritrovato, a partire dal 1964, in Siria, nella città di Ebla, 15.000 tavolette d'argilla, fittamente ricoperte di caratteri cuneiformi, tra le quali è stato individuato il più antico dizionario del mondo. La prima opera è il Vocabolario della lingua italiana (VOLIT) di Aldo Duro, pubblicato dalla Treccani in una prima edizione (1986-1994) e in una seconda (1997), anche in versione CD-ROM. Può indicare[1]: Le origini della tradizione lessicografica risalgono all'antichità. Esistono discussioni sul significato di ofermōd . L'opera destinata a sostituire il Vocabolario della Crusca non ebbe sorte migliore. L'opera, inoltre, si rivolgeva non solo agli scrittori e gli intellettuali, ma anche alle persone comuni, i lettori che ricorrevano al dizionario per risolvere i propri dubbi linguistici. Bisogna infine ricordare la Suda, la maggiore opera lessicografica bizantina. mediev. Corriere della Sera >. Nel 1839-40 apparve il Diccionari de la llengua catalana ab la corresponencia castellana y llatina del padre Labèrnia. lo que significan. Glow up Definizione: to become more mature , confident , and attractive | Significato, pronuncia, traduzioni ed esempi I termini dizionario e vocabolario possono esser usati come sinonimi, in quanto possono indicare l'opera che raccoglie in ordine alfabetico le parole di una o più lingue (un dizionario o vocabolario: tascabile; della lingua italiana; italiano-francese; bilingue). Dizionari >. La quarta impressione nasce all'insegna di due diverse istanze: da una parte gli Accademici continuano a mostrare una certa attenzione all'uso moderno, dall'altra viene ribadita la fedeltà ai principi del toscanesimo letterario, con una chiusura più rigida, rispetto alla terza edizione, nei confronti degli autori non toscani. I primi volumi erano, infatti, caratterizzati da uno spoglio quantitativamente eccessivo di testi letterari dell'Otto e del Novecento, ma quest'impostazione è stata modificata in corso d'opera, accogliendo una documentazione tratta non più solo da fonti letterarie, ma da testi che riflettono le varie modalità dell'italiano scritto. ‖ glossario,... Istituto della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani S.p.A. © Tutti i diritti riservati. 1. a mention of something: 2. a writer or a book, article, etc. Le opere sin qui citate testimoniano un'attività lessicografica intensa, fra il XV e il XVI secolo, in varie parti d'Italia: i vocaboli erano compilati da grammatici, maestri, letterati, notai, e stampatori-librai rispondevano alla richiesta, da parte dei lettori, d'un modello d'imitazione inalterato e inalterabile nel tempo, attraverso gli esempi dei grandi trecentisti. Nel 1771 venne pubblicato, postumo, il Totius latinitatis lexicon dell'abate Egidio Forcellini in quattro volumi. Esempio ne è lo Erya, glossario cinese del III secolo a.C.. Inoltre l'Accademia era accusata di “sonnolenza e incapacità”, e personalità autorevoli come il critico letterario Cesare De Lollis e il filosofo Benedetto Croce si dichiaravano contrarie al toscanesimo e a qualunque concezione di “lingua modello”. Per quanto riguarda i dizionari etimologici, i primi sono stati pubblicati nel secondo dopoguerra. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 9 dic 2020 alle 22:32. Traduzione in portoghese, olandese, ebraico, turco, polacco, arabo e altre lingue con esempi d'uso in contesto e sinonimi. : To check how a word is spelled, look it up in a dictionary. Tutte le parole utilizzate nelle varie accezioni delle definizioni sono a loro volta lemmatizzate. Nel secondo, pubblicato nel 1717, l'autore raccolse un elenco di voci tratte dagli scritti di santa Caterina da Siena, che veniva contrapposta polemicamente a Dante. Il significato di questi drammatici eventi supera il quadro della Polonia. dizionàrio s. m. [dal lat. Nel 1838 i Fratelli Grimm iniziarono la pubblicazione del Deutsches Wörterbuch, la più completa opera lessicografica per il tedesco, il cui primo volume apparve nel 1858 e che fu completata solo nel 1961. Nel primo, pubblicato nel 1614, venivano registrate, invece degli citazioni d'autori, proverbi, modi di dire, locuzioni tipiche senesi, lontano dall'uso letterario ma ritenute altrettanto degne del fiorentino. fu con questa opera che venne introdotto l'ordine degli ideogrammi basato sui cosiddetti radicali. Tuttavia, in questi casi, il lessicografo cerca di mantenere un giusto equilibrio e la volontà di stigmatizzare abitudini ed espressioni deprecabili. Cosa vuol dire. Il Purismo favorì due elementi: la pubblicazione di numerosi repertori e lessici concepiti come elenchi di voci da proscrivere e il dibattito sulla lingua, tradizionalmente riservato ai letterati e agli intellettuali. Da segnalare anche il Vocabolario, grammatica e ortografia d'Alberto Acarisio, pubblicato a Cento (Ferrara) nel 1543, basato anch'esso sull'autorità dei tre grandi autori trecenteschi e sul canone bembesco, ma con un'attenzione nuova e particolare per la terminologia scientifica, per la fraseologia, per le etimologie e le indicazioni ortografiche. ◆ Accr. Per consultare il dizionario, usate la casella Cerca nel dizionario sulla sinistra. Le sue osservazioni sono sempre prive di significato. Traduzione disignificato| Dizionario italiano-inglese PASSWORD. I primi esperimenti di compilazioni monolingui furono fatti in Toscana, la regione nella quale il volgare aveva raggiunto risultati d'altissimo livello nella poesia e nella prosa. In francese nel corso dell'Ottocento uscirono molti dizionari in cui veniva lasciato maggiore spazio al lessico scientifico e tecnico, quali quelli di Charles Nodier (1823), di Napoléon Landais (1834), di Louis-Nicolas Bescherelle (1856). Facciamo del nostro meglio per includere nuove parole ogni giorno. Diversamente dal Dictionnaire de l'Accadémie française e dal Vocabolario della Crusca, registrava termini appartenenti alla scienza, alla tecnica, alle arti, accoglieva i prestiti europei ed extraeuropei, citando molti esempi tratti non solo dagli autori portoghesi, ma anche da quelli latini. Rimaneva escluso, invece, Torquato Tasso, per non aver riconosciuto il primato fiorentino ed essersi servito, nella Gerusalemme liberata, d'una lingua difficile e oscura, e d'un lessico fitto di latinismi e lombardismi. Traduzione di "Il significato di" in spagnolo. Sempre a Venezia, nel 1539, il ferrarese Francesco Del Bailo, detto l'Alunno, diede alle stampe Le Osservazioni sopra il Petrarca, e Le ricchezze della lingua volgare sopra il Boccaccio (1543). Invece, la consuetudine a concepire veri e propri glossari si trasformerà, col passar del tempo, in elenchi di parole non più concepiti solo come aiuto alla lettura e alla comprensione di testi, ma come strumento pratico per chi doveva scrivere in latino, quando questa lingua non era più parlata. Di qualche secolo successivo è lo Hurra=Qubullu, il maggior glossario sumero-accadico, usato a Babilonia. Definizioni da Dizionari Storici: Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884: Dizionario, Vocabolario, Glossario - Il Vocabolario è quello dove si registrano le parole di una lingua, con la semplice dichiarazione e gli esempii. Visualizza definizione, pronuncia, sinonimi e contrari secondo il dizionario della lingua italiana. Il vocabolario registra, accanto alla lingua letteraria, la lingua moderna e i nuovi usi legati alla lingua di tutti i giorni, documentati attraverso una ricca fraseologia esplicativa, nonché la terminologia scientifica, i linguaggi settoriali, i neologismi e i forestierismi. La mole dell'opera (21 volumi) e i tempi di pubblicazione (41 anni) hanno fatto sì che l'opera abbia mutato il taglio e i criteri iniziali. E' attualmente disponibile la prima parte dell'opera che copre le lettere A-G, per circa 55.000 voci. Tuttavia l'intestazione è costituita dal lemma, seguito dalle indicazioni di pronuncia: la posizione dell'accento tonico e il timbro aperto o chiuso delle vocali ‘e, o’ o la posizione dell'accento tonico sulle vocali ‘a, i, u’, la pronuncia sorda o sonora delle consonanti ‘s, z’, la pronuncia della velare di ‘g’ davanti a ‘li’, la pronuncia disgiunta del nesso grafico ‘sc’, ecc… Molti dizionari riportano anche la trascrizione in alfabeto fonetico internazionale e la sillabazione, nonché le varianti del lemma. Il lessicografo francese Bernard Quemada ha espresso perplessità nei confronti di distinzioni di questo genere, fondate su un numero limitato di tratti distintivi, preferendo ricorrere ad un criterio più storico e metodologico che tipologico, basandosi sulla constatazione che non esista opera in cui non si sovrappongano e mescolino tratti tipologici diversi: Raccolgono parole e locuzioni provenienti dal gergo, ovvero una lingua convenzionale usata da gruppi ristretti di persone con lo scopo di non farsi capire, oppure sottolineare o meno la propria appartenenza a un certo gruppo. Nel 1979 è stata avviata anche un'altra grande opera, il Lessico etimologico italiano (LEI) di Max Pfister. Famoso e diffuso nel Medioevo fu anche il Liber derivationum o Magnae derivationes di Uguccione da Pisa (1150-1210), che raccolse centinaia di parole rare mescolate a volgarismi. HOEPLI S.p.A.,Sede Legale Via U. Hoepli 5, 20121 Milano - Italy Tel. Scopri il significato di presidiale. eufemismo per "a puttane", detto di cosa o intrapresa che finisce molto male. Nel 1888 uscì il primo fascicolo della prima edizione dell'Oxford English Dictionary, terminato nel 1921, la maggiore opera lessicografica relativa all'inglese. alias avv avverbio: Descrive o specifica il significato di un verbo, di una frase, o di parti del discorso: "Sostammo brevemente" - "Ho tirato la palla lontano" Eva Perón, also known as Evita, was a controversial figure in Argentine politics. Definizione e significato del termine traduzione Raccolta delle parole di una determinata lingua, con esclusione (o con indicazione soltanto sommaria, relativamente ai casi anomali) delle variazioni puramente flessionali, disposta secondo criterî prefissati e accompagnata generalmente dalla definizione del significato delle parole stesse. La scienza di comporre i dizionari è stata definita da Bernard Quemada dizionaristica, la quale si basa su regole e convenzioni che si sono andate consolidando e perfezionando nel tempo. Soluzioni per le imprese Reverso Corporate. Sono soprattutto termini dotti, ma anche forme dialettali non toscane, registrate per uso personale, per conservarne la memoria e per costruire un prontuario di voci volgari. Il primo, rispetto al secondo, può indicare anche trattazioni enciclopediche non esclusivamente lessicali, disposte alfabeticamente, che raccolgono nomi e nozioni di letteratura, arti, scienze (un dizionario enciclopedico, biografico, geografico) o anche opere che raccolgono le parole di una lingua per categorie concettuali, in famiglie o gruppi (dizionari metodici, analogici, ideologici). Un discorso analogo vale per i regionalismi, presenti, in misura diversa, nelle varie edizioni dei dizionari, con scelte e preferenze talvolta determinate dalla provenienza geografica dei redattori dell'opera. In Inghilterra, nel 1604, Robert Cawdrey pubblicò la prima raccolta monolingue della lingua inglese, A Table Alphabeticall, contenente 2.500 parole difficili e oscure, chiarite attraverso brevi definizioni o sinonimi. Questi dizionari rispondevano ai bisogni, particolarmente forti nella prima metà del secolo, d'un pubblico che voleva conoscere i termini nazionali, non più municipali, per designare gli oggetti della vita quotidiana, dato che mancava un lessico comune per i vari settori della vita pratica, domestica, delle professioni, della tecnica e dell'artigianato. (Voce Antica), per contrassegnare le voci antiche che venivano registrate come testimonianza storica, per poter comprender i testi degli autori antichi, non per proporle com'esempio da seguire; venivano accolti Tasso (il grande escluso delle prime due edizioni), Machiavelli, Guicciardini, Della Casa, Varchi, Sannazaro, Castiglione, Chiabrera e altri. nella logica aristotelica, di enunciato verbale che, come una preghiera, non può essere detto né vero né falso La datazione è presente anche in dizionari non etimologici: viene indicata, a seconda dei casi, alla fine o all'inizio delle voci, in genere racchiusa tra parentesi quadre, prima o dopo l'etimologia. Ciò nonostante, l'opera del Tommaseo costituisce il primo esempio di dizionario storico capace di conciliare la dimensione sincronica (la lingua documentata e descritta in un determinato momento storico) con quella diacronica (la lingua documentata e descritta attraverso la sua evoluzione). Nel passato si sono manifestati vari movimenti e campagne d'opposizione e censura nei confronti dell'ingresso di parole straniere nella nostra lingua. di dictio -onis «dizione»]. Rimaneva escluso, invece, il napoletano Giovan Battista Marino, poeta colpevole d'aver aderito al Barocco e di non essersi assoggettato ai criteri dell'Accademia. mean. I maggiori autori di lessici greci furono Fileta di Coo, Zenodoto, Aristofane di Bisanzio, Cratete di Mallo, Apollonio sofista, Eliodoro, Elio Erodiano, Callimaco. Informazioni riguardo a significa nel dizionario e nell'enciclopedia inglesi online gratuiti. dizionario (approfondimento) m sing (pl. Nel 601 venne pubblicato il Qieyun con più di 16.000 ideogrammi. La macrostruttura è rappresentata dall'ordinamento generale dei materiali che formano il corpo del dizionario (ad esempio, l'ordine alfabetico o l'ordine sistematico), dall'introduzione al dizionario, dalle avvertenze per l'uso dell'opera, dalle eventuali appendici (elenchi di sigle e abbreviazioni, di nomi di persona, di nomi di luogo, glossari di locuzioni latine, di modi di dire…). Definizioni sinonimiche, definitori, datazione, Dagli elenchi manoscritti ai primi dizionari, Le prime tre edizioni del dizionario della Crusca, Dal Novecento alla lessicografia contemporanea, L'edizione multimediale, a cura di Piero Fiorelli e, An American Dictionary of the English Language, Ente Italiano per le Audizioni Radiofoniche, https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Dizionario&oldid=117179952, Voci con modulo citazione e parametro pagina, Collegamento interprogetto a Wikisource presente ma assente su Wikidata, Voci non biografiche con codici di controllo di autorità, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo. lo que significa qué significa. Traduzione di "significato di" in inglese. Scopri il significato di dizionario. Altre critiche, più violente, vennero da Siena, città dalla quale si levarono le voci dei dissidenti contro il primato e la supremazia fiorentina: da segnalare il Dittionario toscano di Adriano Politi e il Vocabolario cateriniano di Girolamo Gigli. In genere le accezioni in cui sedimentano pregiudizi o stereotipi vengono segnalate con prese di distanza. L'esponente più rappresentativo del Purismo, contrario ad ogni rinnovamento e ad ogni contatto con le altre lingue è l'abate Antonio Cesari, autore della Crusca veronese, pubblicata fra il 1806 e il 1811. dizionariétto; spreg. In Cina il primo dizionario largamente diffuso fu lo Shuowen Jiezi pubblicato all'inizio del II secolo. ): "Latino tardo: pedanea, che riguarda il piede".. A taci-maci Se i primi dizionari dell'italiano presentavano oscillazioni e incertezze nel metodo di registrazione, la prima edizione del Vocabolario della Crusca si basò, invece, su impostazioni teoriche ormai salde e coerenti. L'attività lessicografica, nei primi decenni del Novecento, continuò ad essere condizionata dalle vicende del Vocabolario della Crusca, avviata nel 1863. el significado de la importancia de el sentido de el significado del. Alle tradizionali critiche s'aggiunse un'insofferenza ancor più radicale, di stampo illuminista, nei confronti dell'autoritarismo linguistico degli Accademici e del primato fiorentino. Tali marche possono indicare la frequenza d'uso della parola, il settore disciplinare d'appartenenza, l'uso figurato o estensivo, l'ambito geografico. dictionarium, der. Fra i critici più decisi, il milanese Alessandro Verri nel 1756 scrisse la Rinunzia avanti notaio al Vocabolario della Crusca, pamphlet nel quale esprimeva il fastidio per l'eccessivo formalismo della cultura del tempo. Se fino ad allora gli Accademici costituivano un gruppo dedito alle soprattutto a riunioni conviviali e giocose, secondo il gusto del tempo, l'impegno dell'Accademia diventò quello di separare il buono dal cattivo in fatto di lingua. Venivano accettati, con molte cautele, gli autori moderni, anche non toscani. c. Nella elaborazione elettronica di testi linguistici, si usa chiamare d. di macchina un programma, variamente concepito e realizzato, che consente al calcolatore di fare una analisi complessa delle unità lessicali costitutive del testo registrato nella sua memoria, e di riferire poi ogni singola forma flessionale a quella che è stata assunta come forma di base o lemma (riportando, per es., le varie forme della coniugazione di un verbo alla forma dell’infinito), operazione convenzionalmente detta «lemmatizzazione automatica». di dictio - onis «dizione»]. Per quanto riguarda la sua struttura e i suoi caratteri, scompaiono alcuni degli aspetti che avevano caratterizzato i dizionari precedenti: la suddivisione tra uso della poesia e della prosa, il riferimento agli usi regionali e dialettali, l'abitudine a inserire osservazioni grammaticali all'interno delle voci. Il naturalista e lessicografo piemontese raccolse un gran numero di voci delle arti e dei mestieri, attraverso vere e proprie inchieste sul campo in Toscana, riunendo in successione non solo le voci collegate ad un soggetto, ma anche le locuzioni, le frasi idiomatiche e i modi di dire del parlato. L'orientamento arcaizzante e l'atteggiamento toscano-centrico delle prime quattro edizioni era attenuato. Altra opera di carattere enciclopedico, in ventidue libri, è il De Rerum naturis o De Universo di Rabano Mauro, arcivescovo di Magonza (784-848), nella quale le voci latine erano tradotte in tedesco o spiegate con altre parole latine. Il materiale così raccolto sarebbe poi confluito in un vocabolario. Nel 1531 Robert Estienne, appartenente ad una famiglia di tipografi e librai attivi a Parigi e Ginevra, e suo figlio Henri diedero rispettivamente alla stampe il Thesaurus Linguae Latinae e il Thesaurus Graecae Linguae. In questi casi, il termine vocabolario si distingue da dizionario perché può anche indicare l'insieme delle parole di una lingua o di un individuo, indipendentemente dalla loro registrazione in un repertorio, mentre dizionario è usato solo per indicare l'opera che raccoglie il lessico stesso. Informazioni utili online sulla parola italiana «subìto», il significato, curiosità, sillabazione, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. /ditsjo'narjo/ s. m. [dal lat. In quest'opera ogni nuova forma o locuzione viene osservata con interesse e curiosità, e offre l'occasione per commenti e notazioni sui neologismi e sui forestierismi, registrati senza pregiudizi.