Gli studi successivi sul testo vasariano (tra cui quello scrupoloso di Gaetano Milanesi del 1848) hanno tuttavia circoscritto gli errori e le notizie rivelatesi fasulle (dovute spesso a quella creduloneria che ingannò molti storici del passato), restituendo il pieno valore del testo, che non solo influenzò il giudizio in materia d'arte fino a buona parte del XIX secolo, ma è tutt'oggi un'imprescindibile e citatissima referenza bibliografica. sono regolarmente sottostimati, se non del tutto ignorati. In a few cases, different very short biographies were given in one section. La maggior parte degli aneddoti, pur essendo descritta come realmente accaduta, è più probabilmente frutto di fantasia, se non pura invenzione letteraria. Appassionato e meticoloso, Vasari peccò talvolta di eccessiva enfasi letteraria nel tracciare gli sviluppi dell'arte e i rapporti tra gli artisti. Le Vite sono state tradotte in molte lingue, tra cui inglese, francese, tedesco e olandese. Furono gli esiti non soddisfacenti delle biografie di artisti negli Uomini illustri di Paolo Giovio a spingere Vasari a scrivere una raccolta di vite d'artisti, scritte secondo i canoni della materia che egli stesso ben padroneggiava. Vasari includes a forty-two-page sketch of his own biography at the end of his Vite, and adds further details about himself and his family in his lives of Lazzaro Vasari and Francesco de' Rossi. [15], Parts I and II of 1568 edition (cover only), Parts I and II of 1568 edition (full book), Part III, volume 1 of 1568 edition (full book), Part III, volume 2 of 1568 edition (full book), 16th-century book of artist biographies by Giorgio Vasari, Early translations became a model for others, Cosimo I de' Medici, Grand Duke of Tuscany, An account of the lives and works of the most eminent Spanish painters, sculptors and architects, Giovannantonio detto il Soddoma da Verzelli, "Christopher Witcombe, Art History and Technology", "Takuma Ito, Studies of Western Art No. e una grande selezione di libri, arte e articoli da collezione disponibile su AbeBooks.it. 3, pp. Giorgio Vasari e il Cantiere delle Vite del 1550, Venezia 2013. Meno considerate ancora furono le altre scuole pittoriche, relegate a un sostanziale oblio fino al XIX secolo. Joachim von Sandrart (1606-1688), autore di Deutsche Akademie, fu soprannominato il "Vasari tedesco". Il trattato del Vasari fu pubblicato nel 1550 da Torrentini ed ebbe uno straordinario successo che spinse l'autore a curare una seconda edizione ampiamente ingrandita e revisionata, pubblicata nel 1568 dalla famiglia Giunti. The work has a consistent and notorious favour of Florentines and tends to attribute to them all the new developments in Renaissance art – for example, the invention of engraving. Juni 1574 in Florenz) war ein italienischer Architekt, Hofmaler der Medici und Biograph italienischer Künstler, darunter Leonardo da Vinci, Raffael und Michelangelo. Vasari,Giorgio. of Vasari appears on [superscript pi]B4v, v. 1, over a repetition of the t.p. VASARI, Giorgio (1511-1574). Altre volte il Vasari si documentò scrupolosamente, spulciando gli archivi e le rare fonti su fatti artistici a lui anteriori (i Commentari di Ghiberti, il Libro di Antonio Billi, l'Anonimo Magliabechiano): ad esempio per provare il discepolato di Michelangelo presso Domenico Ghirlandaio (fatto escluso volontariamente dalla biografia di Ascanio Condivi revisionata dal Buonarroti), si recò alla bottega di Ridolfo del Ghirlandaio dove trovò le tracce dei pagamenti al giovanissimo artista in erba. Nel 1550 presso l'editore Torrentino a Firenze uscì la prima edizione delle Vite de' più eccellenti architetti, pittori e scultori italiani da Cimabue insino a' tempi nostri di Giorgio Vasari. Florence: Lorenzo Torrentino, 1550. L'arte veneziana, in particolare, fu completamente ignorata nella prima edizione e solo dopo un viaggio a Venezia il Vasari le dedicò più attenzione (includendo infine tra gli artisti anche Tiziano), senza tuttavia tenere un punto di vista sufficientemente obiettivo. Vasari fu il primo storico dell'arte italiano e l'autore delle prime biografie artistiche, genere enciclopedico che si protrae ancor oggi. The writer Paolo Giovio expressed his desire to compose a treatise on contemporary artists at a party in the house of Cardinal Farnese, who asked Vasari to provide Giovio with as much relevant information as possible. Karel van Mander nei Paesi Bassi fu probabilmente il primo autore vasariano, col suo Het Schilderboeck (Il libro della pittura) del 1604, il primo elenco completo di biografie dei pittori dei Paesi Bassi. Vasari,Giorgio. RIPRODUZIONE DI UNA EDIZIONE DEL 1768 . Vasari's Vite has been described as "by far the most influential single text for the history of Renaissance art"[8] and "the most important work of Renaissance biography of artists". Tese infatti ad attribuire a essi tutte le nuove scoperte dell'arte rinascimentale, come ad esempio l'invenzione dell'incisione. Le vite dei più eccellenti I critici moderni, grazie a nuove informazioni e ricerche, hanno corretto molte delle sue attribuzioni e date. Vasari's work was first published in 1550 by Lorenzo Torrentino in Florence,[5] and dedicated to Cosimo I de' Medici, Grand Duke of Tuscany. Ai fiorentini riservò il "primato del disegno", mentre ai veneziani quello "del colore", una distinzione molto acuta, tenuta in conto ancora oggi, seppure debitamente calibrata. Antonio Palomino invece è anche noto come il "Vasari spagnolo" per il suo Museo pittorico e scala ottica in tre volumi (1715-1724) i primi due riguardanti le tecniche pittoriche, il terzo dedicato alle vite dei principali artisti spagnoli del cosiddetto Siglo de Oro. Le biografie scritte dal Vasari sono generalmente attendibili per i pittori della sua generazione e di quelle immediatamente precedenti, meno per artisti a lui più distanti nel tempo. Le vite dei più eccellenti pittori, scultori e architetti: 9 (Classici) di Giorgio Vasari. Vasari era aretino, ed era al servizio del duca di Firenze Cosimo I de' Medici. Juli 1511 in Arezzo; 27. Il trattato del Vasari fu pubblicato nel 1550 da Torrentini ed ebbe uno straordinario successo che spinse l'autore a curare una seconda edizione ampiamente ingrandita e revisionata, pubblicata nel 1568 dalla famiglia Giunti. Le vite de' più eccellenti architetti, pittori, et scultori italiani, da Cimabue insino a' tempi nostri, Giorgio Vasari, 1550 | Fonte del testo Le vite de' più eccellenti architetti, pittori, et scultori italiani, da Cimabue insino a' tempi nostri. [1] Its influence is situated mainly in three domains: as an example for contemporary and later biographers and art historians, as a defining factor in the view on the Renaissance and the role of Florence and Rome in it, and as a major source of information on the lives and works of early Renaissance artists from Italy. • [1]Vasari, Le Vite, cit., VI, 389-390 (G). Er gilt durch seine Schriften über das Leben und Werk zeitgenössischer Meister als einer der ersten Kunsthistoriker. Nell'edizione per i tipi di Lorenzo Torrentino - Firenze 1550 A … Nella visione artistica di Vasari tutto aveva inizio col fiorentino Cimabue, primo ad aver rotto le catene della "goffa, scabrosa" maniera greca, e finiva col fiorentino Michelangelo, il genio sublime che aveva eccelso in tutte le discipline e che le aveva riportate ai fasti dell'antichità, superando anche i mitici artefici del mondo classico. [11], For centuries, it has been the most important source of information on Early Renaissance Italian (and especially Tuscan) painters and the attribution of their paintings. view of Florence; it is repeated at the beginning of his own life on 6D1v, v. 3. Giovio instead yielded the project to Vasari.[4]. 355-357. Modern criticism—with all the new materials opened up by research—has corrected many of his traditional dates and attributions. 3, Part 2", "Abstract from the transactions of the bibliographical society", Elinor Richter, reviewing Philip Sohms study of style in the art theory, Stephanie Leone, The Renaissance Society of America, 2007, "Full text of John Symonds' "Renaissance in Italy, "Bernard Barryte, The life of Leonardo da Vinci, University of Rochester Library Bulletin (1984)", Vasari on technique: being the introduction to the three arts of design, architecture, sculpture and painting, prefixed to the Lives of the most excellent painters, sculptors and architects, Free English translation of the work divided into ten ebooks at Project Gutenberg, Gli artisti principali citati dal Vasari nelle, https://en.wikipedia.org/w/index.php?title=Lives_of_the_Most_Excellent_Painters,_Sculptors,_and_Architects&oldid=992249529, Compilations of biographies about artists, Short description is different from Wikidata, Articles containing Italian-language text, Wikipedia articles incorporating a citation from the 1911 Encyclopaedia Britannica with Wikisource reference, Wikipedia articles incorporating text from the 1911 Encyclopædia Britannica, Creative Commons Attribution-ShareAlike License, This page was last edited on 4 December 2020, at 07:55. Le vite de' più eccellenti pittori, scultori, e architettori è un’opera consistente in una serie di biografie di artisti, scritta nel XVI secolo dal pittore e … Woodcut port. Le Vite diedero il via al genere di biografie di artisti. The Art Bulletin: Vol. Le Vite del Vasari hanno avuto una triplice influenza: in primo luogo come esempio per i biografi e gli storici dell'arte contemporanei e successivi, poi per la sua visione del Rinascimento e del ruolo svolto da Firenze e Roma in questo processo, infine come fonte primaria da cui attingere informazioni sulle vite e sulle opere dei primi artisti italiani. - 28.04.2012 GIORGIO VASARI E IL CANTIERE DELLE VITE DEL 1550 Convegno internazionale, 26 - 28 aprile 2012 Kunsthistorisches Institut in Florenz - Max-Planck-Institut Organizzazione scientifica: Silvia Ginzburg e Barbara Agosti [6] Between his first and second editions, Vasari visited Venice and the second edition gave more attention to Venetian art (finally including Titian) without achieving a neutral point of view. [2] Giorgio Vasari, Le vite de’ più eccellenti architetti, pittori, et scultori italiani, da Cimabue insino a’ giorni nostri nell’edizione per i tipi di Lorenzo Torrentino; Firenze 1550. There have been numerous editions and translations of the Lives over the years. Durante la redazione delle Vite si servì di una personale, straordinaria raccolta di oltre cinquecento disegni di artisti italiani, che fu dispersa dopo la sua morte ed è nota come il Libro de' disegni di Giorgio Vasari. The Lives of the Most Excellent Painters, Sculptors, and Architects (Italian: Le vite de' più eccellenti pittori, scultori, e architettori), also known as The Lives (Italian: Le Vite), is a series of artist biographies written by 16th-century Italian painter and architect Giorgio Vasari, which is considered "perhaps the most famous, and even today the most-read work of the older literature of art",[1] "some of the Italian Renaissance's most influential writing on art",[2] and "the first important book on art history". Le vite de' più eccellenti pittori scultori e architettori nelle redazioni del 1550 e 1568. Giorgio Vasari. La prima edizione de Le Vite, 1550 Nel 1550 l’editore ducale Torrentino stampa a Firenze la prima edizione de Le Vite dei più eccellentissimi pittori e scultori… che Vasari, dopo alcune esitazioni, dedica a Cosimo I de’ Medici. A cura di Luciano Bellosi e Aldo Rossi, Torino, Einaudi, 1986. 54, No. He did not research archives for exact dates, as modern art historians do, and naturally his biographies are most dependable for the painters of his own generation and the immediately preceding one. et Archit. Giorgio Vasari (* 30. Others are generic fictions, such as the tale of young Giotto painting a fly on the surface of a painting by Cimabue that the older master repeatedly tried to brush away, a genre tale that echoes anecdotes told of the Greek painter Apelles. Bere baitan aurkitu ahal ditugu Italiako hainbat artisten biografiak, Cimabuetik hasita. LE VITE DE' PIÚ ECCELLENTI ARCHITETTI, PITTORI, ET SCULTORI ITALIANI, DA CIMABUE INSINO A' TEMPI NOSTRI Nell'edizione per i tipi di Lorenzo Torrentino - Firenze 1550: di Giorgio Vasari . Le vite de' più eccellenti architetti, pittori, et scultori italiani, da Cimabue insino a' tempi nostri, Giorgio Vasari, 1550 | Fonte del testo Le vite de' più eccellenti architetti, pittori, et scultori italiani, da Cimabue insino a' tempi nostri. Giorgio Vasari nacque ad Arezzo il 30 luglio 1511 dal mercante di tessuti Antonio Vasari e da Maddalena Tacci. Vasari riscrisse, aggiornò e ampliò largamente la seconda edizione, un'opera monumentale in 3 volumi in IV più grande (1012 pagine) stampato dai fiorentini Giunti[1], corredandola anche dei ritratti incisi degli artisti esaminati: talora ricreati a partire da molteplici fonti, non sono però mai "inventati" di sana pianta (come provano i ritratti lasciati in bianco); se non tutti attendibili, sono spesso l'unica testimonianza delle fattezze di molti artisti del passato, soprattutto quelli più antichi, spesso provenienti da opere d'arte andate perdute. The title is often abridged t… (PDF) Vasari e Raffaello, in Giorgio Vasari e il cantiere delle Vite del 1550, atti del convegno (Firenze, Kunsthistorisches Institut, 26-28 aprile 2012), a cura di B. Agosti, S. Ginzburg, A. Nova, Venezia 2013, pp. Venetian art in particular, let alone other parts of Europe, is systematically ignored. Le Vite de’ più eccellenti pittori, scultori e architettori, scritte da M. Gior-gio Vasari pittore et architetto aretino, di nuovo dal medesimo riviste et ampliate, con i ritratti loro et con l’aggiunta delle Vite de’ vivi et de’ morti dall’anno 1550 insino al 1567 – cito ovviamente il titolo della se- [Giorgio Vasari; Rosanna Bettarini; Paola Barocchi] Nell'edizione per i tipi di Lorenzo Torrentino - Firenze 1550 AUTORE: Giorgio Vasari TRADUTTORE: CURATORE: Luciano Bellosi e Aldo Rossi NOTE: DIRITTI D'AUTORE: no LICENZA: questo testo è distribuito con la licenza Il Vasari incluse un'autobiografia di 42 pagine alla fine delle Vite e aggiunse ulteriori dettagli su di sé e sulla sua famiglia nelle vite di Lazzaro Vasari e di Francesco Salviati.